Crea sito

RMN Emcefalo

Gentilissimo Dottore,
l'ho disturbata nel mese di luglio/agosto perché mio figlio non camminava ancora da solo.
Vorrei aggiornarLa sulla situazione di mio figlio. Cammina ormai da metà agosto. Ancora barcolla ma penso sia un problema di piedini che mette all’infuori. Mi hanno detto che questo rientrerà col tempo.
Nel frattempo sono stata da alcuni specialisti di cui non faccio menzione per questione di delicatezza. Il bambino è stato sottoposto a visita pediatrica che non ravvisava nulla di chè ma che per sicurezza ci aveva proposto una risonanza magnetica encefalica. Allorchè io e mio marito abbiamo preferito prima fare una visita neuropsichiatrica e all’esito, seguire il consiglio dello specialista. Le nostre perplessità restano sempre le stesse. Io in primis soffro molto queste mosse con le mani che mio figlio fa almeno una volta al dì. Il dondolamento che prima faceva spesso adesso è scomparso come per magia. Ma le mani no.
Se le guarda ma non è ipnotizzato. Direi piuttosto divertito, come se fosse un gioco, un relax…non so come spiegare. Se io gli chiedo: “Che fai? Ti guardi le manine?” Lui capisce e ride e continua….
Se gli dò qualcosa altro da fare lui si distoglie senza problemi. Se, però, gli blocco le manine forzosamente si arrabbia e piange. A volte lo fa mentre cammina e questo gli fa perdere l’equilibrio e cadere col culetto a terra.
Non so come comportarmi. Lo devo fermare o no? C’è chi mi dice che sono gesti che poi lui perderà, che spariranno col tempo perché il sistema nervoso è immaturo e poi leggo su internet che questo è il tratto distintivo di una serie di malattie quali l’autismo oppure l’asperger….
Non so cosa pensare e nessuno riesce a darmi una risposta.
Altra cosa per cui abbiamo deciso di sottoporlo a visita e approfondimenti è che ora a 22 mesi dice pochissime parole… Aua (acqua), papà, mamma, bau (verso di tutti gli animali), pappa (ogni tanto). Capisce, e di questo siamo sicuri perché esegue gli “ordini” quasi tutto di quello che diciamo. Ad es. se gli dico vuoi acqua? Lui batte le manine e sorride. Vuoi uscire? Va alla porta. Chiama i nonni. Prende il telefono e se lo mette all’orecchio. Col pettine la stessa cosa. Vieni qua. E viene anche da un altro ambiente. Non dice sì e no ma lo comunica battendo le manine e sorridendo e eccitandosi.
Insomma, per farla breve, dopo questa visita neuropsichiatrica anche la dottoressa era titubante se eseguire o no la RNM encefalo ma alla fine ha detto per scrupolo di farla.
E così abbiamo fatto.
Da premettere che quando mio figlio aveva 15 mesi è successo che, giocando con la sorellina seduto sul tappeto ad un gioco in cui ci si buttava all’indietro, lui per imitarla si è buttato e ha battuto violentemente la testa alla nuca. Ha perso conoscenza qualche secondo. Mio marito prontamente l’ha fatto rinvenire con dell’acqua fresca e si è ripreso tanto che è intervenuto l’ambulanza ma hanno detto di tenerlo sotto controllo la notte se vomitava o perdeva conoscenza altrimenti tutto ok.
Adesso vi riporto il referto della RNM encefalo:
Tecnica esame: immagini T1 dipendenti acquisite con sequenza 3D SENSE, immagini assiali TSE e FLAIR T2 dipendenti, immagini coronali TSE T2; diffusione RM (DWI) con mappe del coefficiente di diffusione apparente (ADC).
La sostanza bianca paratrigonale è moderatamente ridotta e presenta un segnale iperintenso in T2, in prima ipotesi compatibile con gli esiti in gliosi secondari a remoto evento ipossico ischemico. Il terzo posteriore del corpo calloso e lo splenio risultano secondariamente ipotrofici.
Il sistema ventricolare ha complessivamente dimensioni nei limiti della norma.
Gli spazi subaracnoidei della base e della convessità hanno normale rappresentazione.
Nella norma il passaggio cranio-cervicale.

Voglio sottolineare che mio figlio è nato a seguito di parto cesareo e ha pianto subito. Indice di apgar 8 e dopo qualche min 9. No sofferenza al parto. Monitorato fino all’ultimo.
Insomma, alla fine degli esami siamo stati licenziati con una prescrizione di intervento riabilitativo di tipo neuro psicomotorio con una frequenza pari a due volte a settimana per ritardo di acquisizione della tappa dello sviluppo psicomotorio.
Penso che questa terapia sia stata prescritta perché la dottoressa alla visita ha riscontrato ipotonia assiale e forse per le stereotipie?????
Sinceramente non abbiamo capito bene se questo intervento riabilitativo sia stato prescritto per il ritardo motorio e linguistico oppure per l’esito della risonanza. C’è un nesso????
Mi aiuta a capirci qualcosa?
Può essere che il risultato della RNM sia stato dato dalla caduta?
Quando abbiamo chiesto cosa abbia nostro figlio nello specifico ci è stato detto che è una cosa lievissima e con una po’ di fisioterapia e dedicando un po’ di tempo a fargli fare giochi strutturati ecc. la cosa rientra del tutto. Ma che cosa dovrebbe rientrare??? Ci aiuta a capire???
Questo referto della RNM encefalo cosa comporta per nostro figlio? Io vi giuro più lo guardo e più mi sembra normale, intelligente e non fa nulla che non faccia un bimbo della sua età…Solo le manine trovo strane, il resto mi sembra tutto ok!!!! Non parla. Ma quanti bimbi non parlano alla sua età. Al nido che frequenta praticamente tutti. Ce n’è addirittura qualcuno che ha 3 anni e non dice una parola!!!!!Non mi sembra così grave sinceramente!!!!!!!!

Non ritrovo precedenti

Non ritrovo precedenti consulti.
La risposta della Risonanza ("...La sostanza bianca paratrigonale è moderatamente ridotta e presenta un segnale iperintenso in T2, in prima ipotesi compatibile con gli esiti in gliosi secondari a remoto evento ipossico ischemico. Il terzo posteriore del corpo calloso e lo splenio risultano secondariamente ipotrofici...") fa pensare a una sofferenza all'epoca neonatale, che ha lasciato lievi segni senza probabilmente significato clinico. Improbabile che sia da attribuire al trauma cranico descritto.
Per capire meglio dovrebbe darmi più informazioni seguendo il questionario.
Cordialmente
drGBenedetti

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE

problemi in gravidanza............no

nascita
a che settimana …………38,3
Parto ( naturale, cesareo, difficoltà)…cesareo non programmato - mi si sono rotte le acque nella notte e ho partorito alle due del pom dopo.…………
alla nascita : peso, altezza, circonferenza cranica
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……2,830 .- 48 - cc 33..
indice di Apgar ……8./ …9…….. durata del ricovero in ospedale…2 gg.…..
L'ho sentito subito piangere e non posso riferire nulla che mi faccia pensare ad una sofferenza del piccolo in quel frangente.

Primi mesi
allattamento: materno ……prime 2 settimane. artificiale si………
svezzamento a che età ……6 mesi… facile .si.. difficile ....
ritmo sonno veglia, orari dormiglione 20 - 8, pom 14-17
eventuali difficoltà....no , solo sempre molto raffreddato e intasato visto che è nato a fine novembre.
persone che lo accudivano mamma

epoca successiva
alimentazione..pappe, vasetti, verdure frullate, no masticazione, fa il verso che si affoga sonno ....21 - 8/9, orari e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc) dorme nel suo lettino con sbarre, si addormenta solo, chiudo luce e dorme, tranquillo, se siamo fuori si addormenta a fatica nel passeggino, dorme molto volentieri in macchina (è un buon sonnnifero per lui)
abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc) ...niente ciuccio, lo ha sempre sputato, biberon non tanto gradito, adesso (22 mesi) beve il latte da un bicchierino con tre biuchetti, niente copertina o orsetto..

sviluppo psico-motorio:
seduto da solo a che età ...6 mesi
primi passi da solo.20 mesi
capacità motorie attuali...discrete ma forse perché ha iniziato da poco, cammina ma non sicuro, a volte cade col culetto ma sa cadere, a base allargata.
controllo sfinterico (pipì e popò) a che età.....no

interesse e curiosità verso le persone ............si......
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi....buona
figure principali cui è attaccato............mamma, nonni, papà, sorellina (8 anni)
reazioni alla separazione dai genitori................tranquillo, non piange
rapporto con le persone, adulti ...buono... bambini..buono va all'asilo e gioca tranquillo in mezzo agli altri...
comprensione delle cose e delle richieste si se gli chiediamo una cosa capisce e la esegue se ne ha voglia ovviamente
comunicazione dei suoi bisogni e desideri ti prende la manina e ti tira (ad es. se vuole uscire ti porta alla porta e ti fa segno, se vuole spostarsi con te da una stanza ad un'altra ti dice dilà...se gli chiedi se vuole acqua lui risponde o ripetendo aua o battendo le manine e agitandosi e sorridendo.

sviluppo simbolico
linguaggio:verso 15 mesi mamma, poi aua (acqua), papà, bau (per tutti gli animali)
(età di inizio)
prime parole ......mamma aua
due parole insieme ...no
uso del no e del sì ....no lui dice sì battendo le manine o agitandosi e sorridendo
frase minima (verbo e sostantivo ).... no

interesse e curiosità per gli oggetti
uso dei giochi ( gioco funzionale ..ha un ippopotamo con sulla pancia i pezzi da inserire e prende i pezzi e fa segno di inserirli anche se non riesce perché manca di precisione ma ha capito che vanno inseriti lì, costruzioni gli piacciono ma ancora non costruisce nulla,

imitativo .si pettina col pettine o mi pettina se glielo chiedo, telefona col telefono, prende il vick-sinex e lo mette al naso!!!!

rappresentativo con me su mia incitazione abbiamo dato la pappa alla bambola una volta ma non è tanto attirato da questo gioco, fa la ninna alla bambola ma non la stringe fra le braccia semplicemente la fa oscillare in aria )

disegno spontaneo
scarabocchio , linee, cerchi... omino-testone ... figure, casetta, ecc no

attenzione nelle varie attività e interessi: breve ... lunga .... non saprei dire, cambia gioco a volte ma a volte ci rimane un po' di più dipende dai giorni. Adora la palla, tirarla agli altri e rincorrerla ma siccome la rincorre gattonando e succede spesso che cada in avanti col muso a terra per la velocità gliela nascondiamo, gli piacciono le ruote, ama una carrozzina di mia figlia e la porta in giro per la casa con la bambola dentro, questo gli piace molto, apre e chiude porte con piacere, suona al campanello di casa e si diverte, va spesso alla porta e mi tira anche per uscire, gli piace andare fuori casa in giro.

comportamento
(iperattivo, capriccioso, tranquillo, ecc),
a volte si innervosisce per nulla ma poi dopo un po' gli passa come gli è venuta per il resto posso definirlo un bimbo tranquillo, l'unica cosa forse non ama stare seduto a lungo vuole sempre scorrazzare per casa e fuori, ultimamente noto una insofferenza per il fatto di stare seduto nel passeggino fuori, vuole scendere e se non lo facciamo scendere fa capricci.
adesione a regole, orari, limiti, si
obbedienza agli adulti .....se gli dici no lui lo fa ancora di più, non si moritifica e se gli fai segno di fare tottò sulle manine non si importa proprio
reazione a divieti ....ride solo se faccio la faccia arrabbiata e uso un tono diverso allora passa qualche secondo e si mette a piangere fragorosamente
capricci, bizze
paure, fissazioni.... quest'anno in spiaggia non voleva camminare o poggiare i piedi sulla sabbia come se si schifasse del contatto, ho notato che ha una attrazione per alcuni materiali ad es. abbiamo un tavolino di rattan plastificato al mare con le trame e lui ci passa spesso le manine come se fosse un antistress, aveva inizialmente anche un rifiuto dell'acqua del mare ma poi lo abbiamo messo dentro con la ciambellina e ha preso confidenza e faceva il bagnetto tranquillo anzi alla fine indicava il mare e ci voleva andare facendo anche capricci e piangendo quando dicevamo di no.

scolarizzazione
asilo nido a 9 mesi ha fatto 2 mesi di nodo ma poi siccome era sempre malato è rimasto a casa con i nonni e la mamma.Da giugno scorso va ma poi vacanze e da settembre a pieno ritmo orari 8 - 14 mangia lì Ottima reazione. No problem. Gioca tranquillo. Mangia quasi tutto, non è mangione(………. A che età ……………. Reazioni eventuali ………….
Scuola materna …………….. eventuali difficoltà di inserimento, ambientamento............
Successive scuole ....... apprendimento ........ comportamento .........

Rapporti sociali, amicizie, attività extrascolastiche........

Composizione familiare ……4 lui compreso mamma, papà, lui e sorellina………..
altri conviventi (nonni, parenti, ecc) …………no
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonnni, baby sitter, ecc),.......nido dalle 8 alle 14, il resto sta con mamma e sorellina e la sera anche il papà. La mamma lavora, esce la mattina per prima con la sorellina per andare a scuola e il papà quando si sveglia verso le 8 gli dà il latte, lo cambia, lo veste e lo porta all'asilo.
modalità educative (permissive, ferme, severe, variabili, orari di sonno, dove dorme, chi 'comanda',- nel senso di 'chi sta ai comandi' ecc .....).i ruoli sono quelli ordinari, mamma e papà danno le regole, i piccoli le devono rispettare, c'è dialogo ovviamente.

Eventi particolari, cambiamenti, lutti, difficoltà, malattie di familiari, ecc....
Visite mediche, ospedale, altro......la caduta di cui ho parlato nel post sulla RMN encefalo,
Eventuali esami fatti e referti (Udito, vista, eeg, rmn,...)come sopra
Altre osservazioni ……….movimenti con le manine strani. Circa tre mesi fa dondolava quando era sul passsegino o seduto adesso quello non lo fa più.Sono rimasti solo i movimenti con le manine. Dicono scompariranno anche queste ma quando????
Mi chiedo come mai ancora non riesce a mangiare bei pezzi di cibo come gli altri, fa segno che si affoga eppure ha quasi tutti i denti e quando vuole mastica....Vuole tutto frullato.

Il post vecchio a cui mi

Il post vecchio a cui mi riferivo era del 29/07 e si intitola 20 mesi e non cammina ancora da sé ed era inizialmente inviato da anonimo perché non mi ero ancora registrata mentre gli interventi successivi figuro come ninfea.

OK ho ritrovato il vecchio

OK ho ritrovato il vecchio consulto, continuiamo pure qui.
Sulla base della storia evolutiva e della RMN si può dire che probabilmente c'è stata una lieve sofferenza perinatale, che ha lasciato il segno alla risonanza (che è tipica delle sofferenze perinatali e non dei traumi) e nel lieve ritardo psicomotorio che il bimbo ha avuto, camminando verso i venti mesi. Per il resto lo sviluppo sembra proseguire globalmente nei limiti della norma. Non vedo necessità di accertamenti ulteriori o interventi di sorta. E' sufficiente verificare periodicamente l'evoluzione.
Cordialmente

Gentile Dottore, La ringrazio

Gentile Dottore,
La ringrazio per la risposta. Io qui (in Calabria) sto avendo grosse difficoltà a trovare qualcuno o un centro per la fisioterapia che ci è stata prescritta perché le professionalità mancano e l'ASL sinceramente qui da noi non è degna di essere presa in considerazione....
Come devo fare se non troviamo nulla che faccia al caso nostro? Questa fisioterapia prescritta è necessaria o no? Io sono veramente disorientata...Non vorrei negare a mio figlio la possibilità di migliorare o correggere per tempo qualcosa che si poteva correggere (ad es. la manualità visto che la psiconeurologa diceva che il ritardo motorio potrebbe avere comportato anche difficoltà nella manualità fine infatti mi diceva di fare fare al bimbo giochi strutturati a casa...) Non vorrei arrivare all'età scolare e scoprire che non riesce a scrivere bene o cos'altro...Scusi la mia ignoranza, a volte mi faccio delle fisime tremende ma in realtà non so nemmeno io contro cosa stiamo combattendo...sono disorientata....mi sembra di combattere contro i mulini a vento...su cose probabili ma non materialmente tangibili almeno per il momento...Quello che ha evidenziato la RMN che tipo di problemi potrebbe portare? Cosa potrebbe comportare? Contro quale mostro dobbiamo combattere???Mio figlio potrebbe avere in seguito problemi nelle abilità motorie successive?Questo esito di RMN potrebbe essere collegato ai gesti con le manine di cui le parlavo? E se non sono da collegare alla lesione della RMN questi gesti cosa potrebbero essere???
Mettiamo caso che non vadano via, cosa significherebbe? Che mio figlio è affetto da qualche malattia mentale?
Mi scusi se sono pesante ma brancoliamo un po' nel buio. Intanto mi sembra che mio figlio ogni giorno faccia progressi...innanzitutto è un bimbo molto vispo, curioso nei confronti del mondo che lo circonda, afferra tutto e analizza con grande attenzione e curiosità, è vivace e ama stare tra la gente, sorridente e socievole, dispensa sorrisi a tutti e quando non lo fa è perché esamina in silenzio colui che è davanti a lui...L'unica cosa, ripeto l'unica cosa che ai miei occhi lo differenzia dagli altri suoi coetanei sono questi gesti delle manine che io non ho mai visto in nessun altro bimbo e che, devo ammettere, mi mettono molta ansia e mi ritornano a ricordare, anche quando me lo dimentico, che forse c'è qualcosa che non va in mio figlio....e poi, non parla e questo è un altro punto a suo sfavore.
Per il momento mi sembra normale ma non so cosa aspettarmi per il futuro...a causa di questa sofferenza che ha avuto potrebbe avere dei deficit di sorta???Magari non riuscire a parlare bene? o a scrivere? quella parte danneggiata a cosa è deputata???Che tipo di area è? Non si può fare nulla per "riparare"?
Con grande stima, La ringrazio infinitamente per il tempo che vorrà dedicarmi a rispondere...

Nel suo post c'è una parte

Nel suo post c'è una parte travolta dall'ansia, e una parte attenta e realistica che vede le caratteristiche positive di suo figlio che fa progressi ogni giorno.
Bisogna ovviamente cercare di controllare la prima e lasciare spazio alla seconda
Il bimbo è nato il 30 novembre 2013, quindi non ha ancora due anni. Ha avuto un lieve ritardo motorio, legato probabilmente a una lieve sofferenza alla nascita, ma ora sta evolvendo apparentemente nei limiti della norma. Per ulteriore sicurezza riguardo ai movimenti delle mani e al linguaggio ancora non sviluppato (ma giustamente come dice lei molti bambini sono 'tardivi' nel parlare, senza avere patologie, solo imparano più tardi...) farei un EEG nel sonno. Per il resto cerchi di non farsi travolgere dalle ansie, che suo figlio ha bisogno di una mamma ben presente e non persa fra i fantasmi o gli 'spettri'. Mi sembra che si possa aspettare qualche mese e vedere come va, prima di pensare a '(ri-)abilitazioni' varie. Se andrà al nido per qualche ora dovrebbe avere stimoli sufficienti.
Cordialmente

La ringrazio infinitamente

La ringrazio infinitamente per le Sue parole...Ha ragione, me lo ripete sempre anche mio marito, che mi devo rilassare un po'...ma sono successe tante di quelle cose (sospetto microcefalia prima, non camminare dopo, movimenti, dondolamenti ecc.) che mi hanno fatto diventare come sono ora. Con la prima figlia sinceramente non ho badato a nulla...eppure ha parlato anche lei relativamente tardi (intorno ai due anni ma non ricordo bene perchè prima non c'era internet e non avevo nemmeno cognizione di quali fossero le tappe, gli schemi che un bimbo deve rispettare per essere considerato "normale") e ha camminato a 16 mesi compiuti...
Penso che i dottori dovrebbero essere un po' più cauti nei giudizi (vedi diagnosi di microcefalia del mio pediatra non appena ha riscontrato un arresto di crescita...) perché così scatenano nei genitori delle ansie tremende...magari a volte inutili...Per carità, è giusto essere guardinghi però magari se prima di sentenziare si temporeggiasse un po' non sarebbe male per l'equilibrio psichico dell'intera famiglia.
Scusi lo sfogo. Comunque mio marito, che invece mantiene la calma ed è più saggio in questo di me, dice che molto probabilmente com' è andato via il dondolamento prima o poi andranno via anche questi movimenti delle mani...speriamo...Nel frattempo, come dobbiamo comportarci? Lo lasciamo fare o ostacoliamo questi movimenti? E' bene distoglierlo oppure ignorarlo non dando peso alla cosa?
Sa cosa mi sta capitando? Ultimamente quando lui lo fa, io gli prendo la manina e la tengo nella mia oppure gli dico non fare così...lui si ferma ma dopo un po' viene da me e me lo fa per dispetto!!!!Non ci crederà mai ma è così e mentre me lo fa davanti ride divertito...come se avesse capito che a me dà fastidio e per gioco mi ripete il gesto!!!!
Comunque abbiamo la EEG (nel sonno) prenotata per il 17 febbraio. Aspettiamo fino a quella data e vediamo...Nel frattempo io cercherò di mettere da parte le mie ansie per il bene di tutta la famiglia...Del resto, quanti bambini magari ci saranno che hanno avuto una leggera sofferenza, hanno avuto ritardi non grossi nello sviluppo motorio come mio figlio o in altre abilità ma non fanno la RMN e non lo scopriranno mai? C'è da dire la RMN è un esame un pò bruttino da fare per un bimbo di 20 mesi perchè va fatto in anestesia e quindi non è che si fa per un nonnulla...Questa è un'altra teoria di mio marito....(non è un medico ma è la calma e la tranquillità fatta persona...)Io bilancio, ovviamente!!!!Infatti, la RMN alla fine l'abbiamo fatta...
Grazie mille di tutto e la aggiorno dei progressi che farà il piccolo...

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)