Crea sito

assenza linguaggio in gemelli

gent.mo dottore le vorrei parlare della problematica che ci sta affliggendo: sono la mamma di due gemelli D. e C. , che ad oggi, 25 mesi, ancora non parlano. Loro sono dei bambini molto allegri, socievoli, sono un pò in ritardo rispetto ai loro coetanei, in alcune abilità, ho sempre ritenuto che questo fosse a causa della loro prematurità.
nonostante non parlino non stanno zitti un minuto: infatti mentre giocano, da soli o con noi, parlottano ognuno nel proprio linguaggio, D. sembra quasi ripsondere alle mie domande, ma ciò che dice è incomprensibile, C.vocalizza molto, fa dei veri e propri discorsi.
sin da subito ho notato in entrambi delle scarse capacità attentive, in particolare accade che mentre facciamo dei giochi fisici loro siano molto rilassati e felici, mentre, invece, quando sono intenti nelle loro attivita preferite (costruzioni o macchinine) siano molto concentrati sugli oggetti e sfuggono un pò il ontatto oculare. ho sempre pensato che ci fosse molto di caratteriale in questo loro comportamento.
abbiamo fatto una consulenza da un NPI, (poichè preoccupati per questo ritardo nel linguaggio) che dopo soli 10 minuti di osservazione, tutt'altro che clinica, ha parlato di spettro autistico...ritiene che loro non interagiscano come dovrebbero due bambini di due anni, poichè troppo concentrati a toccare tutto e non ad instaurare un contatto minimo con lui...io ho cercato di spiegargli che molto spesso, hanno reazioni Di estrema euforia, soprattuto in ambiEnti nuovi e molto ricchi di stimoli, come era quello studio, pieno di pennarelli che D. voleva afferrae a tutti i costi, e di modellini e giochi, la passione di C.
Non avevo messo in conto questa ipotesi diagnostica, poichè osservandoli sin dala loro nascita non ho mai rilevato aspetti dello spettro autistico.
è pur vero che D. a volte non guarda negli occhi o non si gira al suo nome, e questo acccade semrpe quando è molto concentrato sull'attività che sta facendo.
entrambi sono dei bambini molto sensibili, ci sono giornate in cui sono molto suscettibili e sembrano degli altri bambini, ma ciò ha sempre una spiegazione: non stanno bene o c'è qualcosa che li ha turbati (come una visita medica o un prleivo del sangue).
ormai viviamo nell'angoscia da quando questo NPI ci ha parlato di autismo, a voilte mi convinco che abbia ragione, soprattutto per questa assenza di linguaggio, ma quando mi fermo ad osservarli, francamente, vedo due bambini che entrano eccome in relazione con il mondo, ballano le canzoncine, ci cercano, sono affettuosi, ecc....siamo davvero disorientati e spaventati.
la ringrazio per il tempo che ci dedicherà.
saluti

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE

composizione familiare; età dei componenti: mamma 35 anni, papà 35 anni, D. e C. 2 anni e 1 mese

età del bambino/a: 2 anni e 1 mese

problemi in gravidanza.: diabete gestazionale, contrazioni uterine continue, terapia per tutta la gravidanza con progesterone, sia in ovuli che intramuscolo

NASCITA
a che settimana: 34+5
Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà). cesareo programmato per rallentamento crescita fetale
alla nascita : peso,2100gr D, 1800gr C, altezza: 44 cm D, 40 cm C; circonferenza cranica 31 D/29,5 C ...
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...
indice di Apgar: 1'8 (entrambi)/ 5'9 (entrambi). durata del ricovero in ospedale: 8gg D, 12 gg C

PRIMI MESI
allattamento: artificiale a orario .
inizio pappine, minestrine, ecc...: 5 mesi
svezzamento (DISTACCO DAL SENO, o dal biberon), età 5 mesi, difficile
eventuali difficoltà. difficoltà ad accettare il cucchiaino e la diversa consistenza della pappa, nel giro di un mese i problemi si sono risolti. D. ha continuato ad avere qualche difficoltò con le consistenze, predilige cibi cremosi o cibi che può gestire in autonomia (pane, pizza, bastoncini di pesce ecc)
ritmo sonno veglia, orari: abbastanza regolari, con il passare dei mesi è andta sempre meglio
persone che lo accudivano: mamma e nonn amaterna durante il giorno, alla sera anche il papà quanndo rientrava dal lavoro

EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione: mangiano con gusto frutta, yogurt e pane e tutto ciò che piò gestire da solo. ama poco minestre e pasta. entrambi pranzano, cenano, fanno colazione merenda ad orari fissi e regolari
sonno: regolare (dormono entrambi circa 10/11 ore di fila
orari e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc): entrambi nel proprio lettino con sbarre, nella propria cameretta. li mettiamo svegli nel lettino e ne giro di pochi minuti si addormrntano in autonomia.
abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc): usano il ciuccio per dormire, di giorno lo nascondo perchè altrimenti lo vorrebbero sempre in mano .....
tempo video: guardano i cartoni animati un'oretta la mattina e un'oretta al ppomeriggio/sera (non di continuo, in totale un'ora)- non usano nè telefonini, nè tablet ecc

SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
dove veniva tenuto preferenzialmente dopo i primi mesi, da sveglio: nella navicella del passeggino, nella sdraietta, poi sul tappeto morbido quando sono cresciuti un pò, liberi di muoversi e hanno cominciato a strisciare e poi a gattonare. vero i 10 mesi abbaimo cominciato ad usare il box qualche ora al gg
seduto da solo a che età :D 9 mesi, C 10 mesi
primi spostamenti a che età e come: rotolando e strisciando dai 7 mesi
primi passi da solo: D 12 mesi, C 14 mesi
capacità motorie attuali: ottime, coRrono, salgono e scendono da divani e sedie, salgono le scale appoginadosi al corrimano, su due gambe.
controllo sfinterico (pipì e popò) a che età: hannno ancora il pannolino

RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi: 3 mesi entrambi
curiosità verso oggetti e persone, attenzione, capacità di seguire con lo sguardo: 3 mesi entrambi
facilità al pianto e facilità a consolarlo, coccolarlo, ecc: D. non piange molto e se accade è facilmente consolabile, C è più piagnucolone ma facilmente consolabile
facilità a capirlo e interagire: pur non parlando, riescono a far capire ogni loro bisogno, interagiscono con serenità con mamma e papà e con le persone che loro vedono più spesso (nonni, zii, amici di famiglia)
lallazione, gorgheggi...
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (diffidenza, paura, pianto...): attiva esplorazione, rilassatezza, a volte euforia
modalità di accudimento: tranquillo, sicuro.

SVILUPPO SIMBOLICO
LINGUAGGIO:
(età di inizio)
prime parole: D. iniza ora, C. non emette ancora parole ma molti vocalizzi, di gioia, di stupore, di incredulità ecc; ne ha uno per ogni situazione quotidiana
due parole insieme NO
uso del no e del sì DEL NO
frase minima (verbo e sostantivo )NO

INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo ): per entrambi presente gioco imitativo e simbolico, imitano la mamma nella faccende domestiche, fanno finta di mangiare o bere, accudiscono un bambolotto,usano un oggetto qualsiasi come se fosse un telefono, ; sono molto creativi nell'utlizzare i loro giochi. D. ama le costruzione e i colori, C. ama molto le macchinine e incastrare gli oggeti tra loro.

DISEGNO SPONTANEO
entrambi linee e cerchi

ATTENZIONE nelle varie attività e interessi:entrambi breve in molte attività, soprattuto attenzione condivisa. tranne che per le costruzioni per D, attività in cui si impegna anche per un'ora. C.gioca molto tempo con le macchinine e a correre per casa dietro al gatto

INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE ..................

figure principali cui è attaccato: entrambi mamma, papà e nonne (entrambe, sia materna che paterna)

REAZIONI AL DISTACCO dai genitori: pianto

RAPPORTO CON LE PERSONE: con le persone che conoscono si comportano naturlamente e com affetto, con chi non vedono mai o con i volti nuovi sono un pò diffidenti all'inizio, ma se l'adulto riesce a catturare la loro attenzione diventano molto affettuosi.
C. adora stare con i bambini, li cerca per giocare, D. è PIù introverso, non prende molta iniziativa di gioco (se non con il fratello) ma sta volentieri con gli altri bambini. entrambi frequenatno il nido da quando hannno 18 mesi

COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE: buona, sopratttuto le richieste quotidiane. obbediscono anche a semplici comandi (raccogli il gioco, dammi la manina,andiamo a afre la nanna, vuoi il pane? ecc)

COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI; C. indica ciò che vuole e vuole essere preso in braccio per arrivare dove non riesce solo. D.indica ma è molto impaziente, nell'attesa che il suo bisogno o richiesta venga soddisfatto.

COMPORTAMENTO
D. un pò iperattivo, fa pochi capricci, qundoi gli si vieta qualcosa o gli si dice di smettere di fare ciò che sta facendo obbedisce battendo le manine e guardandici per verficare la nostra approvazione. C. è tranquillo, poco iperattivo, ama molto il divano e stare tranquillo a giocare con i suoi giochi, però è più capriccioso e sbatte spesso i piedi quando non ottiene qualcosa.
(iperattivo, capriccioso, tranquillo, ecc),
adesione a regole, orari, limiti: rispettano gli orari di nanna, dei pasti
obbedienza agli adulti: obbediscono abbastanza.
reazione a divieti, frustrazioni:D. protesta a vilte piangendo, ma si entusiasma facilmente per un'altra attività, fa capricci per avere qualcosa che sa di non poter aver, tipo oggetti della casa o della cucina.
C. reagisce in maniera più plateale, quando dobbiamo venir via dal parco o quando deve scendere dalla giostrina. fa mnolti capricci per la tv, vorrebe vedere sempe i cartoni.

paure, fissazioni: D. ha paura del buio, C. dei rumori forti

SCOLARIZZAZIONE
asilo nido SI A che età 18 MESI. Reazioni eventuali: primo mese molto presente il pianto al momento del distacco con la mamma, ma si clamavno entrambi subito, ora frequentano con tranquillità

RAPPORTI SOCIALI, amicizie, attività extrascolastiche, occasioni di incontri con altri: ancora poche o quasi nessuna........

SITUAZIONE FAMILIARE ……………..
altri conviventi (nonni, parenti, ecc) : fino ai loro 5 mesi abbiamo vissuto con mia madre, da quando hanno 5 mesi viviamo nel nostro appartamento, dove ci vengono a trovare quotidianamnete i nonni.
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonni, baby sitter, ecc), (descrivete come siete organizzati, la giornata tipo del bambino): i bimbi sono al nido sino alle 15. rintrati a casa restano con la mamma, trascorrono il pomeriggio giocando, ballando le canzoncine. spesso ci viene a trovare la nonna paterna che ci aiuta nella gestione (bagnetto, cena). verso le 19 rientrra il papà che partecipa attivamnete all'accudimento dei bambini. giochiamo assieme sino alle 20,30, orario in cui vengono messi a letto. a volte il pomeriggio, dopon il nido, andiamo acvsa della nonna materna, che ha un giardino, i bimbi sono moltom legati a lei e ultimamnnete la vedono poco e non frequentano più casa sua da un mese poichè lei ha ripreso a lavorare full time.
modalità educative; cerchiamo din adottare uno stile educativo autorevole, senza essere eccessivamnte severi o permissìvi; tra i due ghenitori il papà è un pò più autoritario
EVENTI PARTICOLARI,
cambiamenti, trasferimenti, lutti, difficoltà, malattie di familiari, ecc: come già rifertio intorno ai sei mesi hanno subito il distacco dalla nonna materna poichè siamo venuti a vivere per conto nostro; hanno continuato a vedere la nonna quotidianamente, più ore al giorno, sino ad un mese fa, qundo la nonna ha accettato un lavoro che la impegna 24h su 24, hanno quindi un pò subito questa perdita e hanno smesso di frequenatre la casa della nonna materna.
Visite mediche, ospedale, altro......
Eventuali esami fatti e referti: udito ok, effettute abr e otoemisioni. null'a,tro da segnalare (Udito, vista, eeg, rmn,...)

..................

La ringrazio infinitamente,

La ringrazio infinitamente, la sua risposta mi ha piacevolmente spiazzato, e anche le sue osservazioni sull'autismo che ho avuto modo di leggere qui sul portale...la aggiorno sui prossimi sviluppi dei piccoli. A presto.

Non vedo niente di patologico

Non vedo niente di patologico o anomalo nella situazione che ha descritto. Lo sviluppo sembra essere stato regolare e nella norma; che a due anni ancora non parlino, in mancanza di altre anomalie del comportamento e della comunicazione, non è in sè una patologia. Molti bambini imparano a parlare più tardi, senza altri problemi. Le educatrici al nido cosa dicono?

le eductarici del nido mi

le eductarici del nido mi riportano che sono dei bambini socievoli, che non si isolano, stanno voelntieri in mezzo agli altri, sono vivaci e attivi. per quanto riguarda il linguaggio mi dicono che ne hanno visti tanti di bambini che hanno iniziato tardi.
ciò che mi turba, dottore, è che come si può condurre un colloquio o una sessione osservativa con dei bambini così piccoli senza tenere conto di determinate infromazioni che dà il genitore? con questi presupposti i miei figli avrebbero un puntegio altissimo ad un test tipo ados, perchè se non si riesce a catturare la loro attenzione noon sono per nulla collaboartivi.
della scarsità del contatto oculare, nelle situzioni che le ho descritto, cosa ne pensa?

Bene, mi sembrano educatrici

Bene, mi sembrano educatrici attente e non 'indottrinate'. I pareri delle persone indottrinate e fanatiche sono spesso sconcertanti, ma sarebbe solo un problema loro, se non facessero tanti danni. Come si dice, se li si conosce, ci si difende meglio. Immagini quindi l'effetto sulle statistiche e su tutte le notizie 'scientifiche' che girano, non solo su internet...
Vediamo come i gemellini evolveranno nei prossimi mesi. Ci tenga informati.

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)