Crea sito

Distacco mattutino

Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio. Mio figlio 5 anni frequenta l'ultimo anno di asilo. E' sempre stato un bambino piuttosto timido e riservato e frequenta l'asilo con suo fratello gemello anche se in classi diverse.
Ha sempre avuto fin dal primo giorno problemi con il distacco mattutino. Quando la mattina lo porto all'asilo sembra tranquillo ma quando arriva il momento di salutarlo incomincia ad attaccarsi a me dicendomi che non vuole che io vada e si mette a piangere. Il tutto mi riferiscono le maestre dell'anticipo dura 5/10 minuti e poi passa ma poi rimane comunque in disparte e non gioca ne con sui fratello ne con gli altri bambini finchè non arriva la sua maestra e incomincia la lezione (la giornata poi sembra andare via liscia interagendo con i suoi compagni). Se però accade qualcosa di diverso dalla solita routine ad esempio visita alla scuola primaria li vicino per l'inserimento o feste tipo santa lucia nelle quali si ritrovano tutti assieme in palestra per giocare lui va in panico e si mette a piangere disperatamente. Tutto quanto si accentua ancora di più se suo fratello rimane a casa malato e lui si trova così da solo senza nessun punto di riferimento anche se quando il fratello frequenta l'asilo non gioca assieme. Pertanto le chiedo se questo sia comunque un comportamento normale di un bambino un pò timido e chiuso o dovrei intervenire in altro modo. Proprio per questo suo atteggiamento mi piacerebbe che alla scuola primaria i due fratelli vengano messi nella stessa classe solo per dargli un punto di riferimento e una sicurezza maggiore. Attendo sue considerazioni ringraziandola anticipatamente

Mi dia per favore anche altri

Mi dia per favore anche altri elementi di conoscenza della storia dei bimbi e dell'organizzazione e funzionamento familiare, seguendo il questionario-bambini nella colonna qui a sinistra.

questionario

COMPOSIZIONE FAMILIARE: 2 adulti + 2 bambini
ETA' Componenti Familiari: Mamma 38 - Papà 43 - 2 Bambini sono gemelli maschi di 5 anni e 6 mesi
PROBLEMI GRAVIDANZA: Gravidanza iniziata con iperstimolazione ovarica e conseguente ricovero per 34 giorni. Una volta a casa forte nausea fino al 5 mese e tanta stanchezza fino al 9
NASCITA: nascita con rottura acque da parte della ginecologa 10 giorni prima del termine previsto. Parto naturale per entrambi. Data effettiva nascita 15/7/12
Peso alla nascita Kg.2,220 - 2,200
Indice Apgar 9
ricovero in ospedale 4 giorni perchè al terzo giorno si è sviluppato sul bambino per il quale chiedo consulto lieve ittero risolto sotto lampada per una notte
PRIMI MESI: allattameto artificiale con l'aggiunta di quello materno tramite tira latte per i primi 60 giorni poi solo artificiale. Allattamento ad orario
Svezzamento attorno al 5° mese con minestrine ben accettate.
Distacco dal biberon per il latte del mattino 3 anni senza problemi
Ritmo sonno veglia nella norma sia nei primi mesi di vita che oggi (gli piace dormire)
Persone che lo accudivano: Mamma e nonna
Ritorno al lavoro della mamma a 18 mesi ben accettato

EPOCA SUCCESSIVA.
E' un bambino che mangia di tutto soprattutto la verdura con ritmo lento tanto che bisogna continuamente ripetergli di mangiare altrimenti si fredda. Dorme 9/10 ore la notte senza risvegli e se a casa dall'asilo non disdegna il riposino pomeridiano che può variare da 1 ora e 30 minuti alle 2/3 ore. La sera si addormenta con la mamma che legge la storia la lucetta della notte accesa, nel suo letto in camera sua, ma la mamma dorme in un letto accanto al suo perchè ha paura del buio (nonostante la luce notturna) delle ombre che dice di veder muoversi. Se si sveglia che non trova la mamma che dorme accanto chiama insistentemente e sapendo che poi lei potrebbe alzarsi e andarsene continua a svegliarsi per controllare. Prima andare a letto gioca con il fratello e guarda cartoni alla TV. Nel letto non si addormenta con nessun gioco.

SVILUPPO PSICO-MOTORIO: nei primi mesi da sveglio veniva tenuto sul divano in un salsicciotto che faceva da contenitore. poi è stato messo sul tappeto dove a cominciato a strisciare, rotolarsi e arrampicarsi. A cominciato a camminare a 14 mesi e mezzo ora salta corre fa tutti i tipi di attività porta dei plantari per correggere la postura anche se risulta un pò debole di gambe e si affatica subito. Controllo sfinterico attorno ai 2 anni e 10 mesi

RELAZIONE E COMUNICAZIONE PRIMO ANNO DI VITA
ha sempre sorriso alle persone che lo accudiva si è sempre dimostrato molto curioso verso qualsiasi oggetto si faceva capire benissimo sul cosa piaceva o no

CONDIVISIONE cerca di farsi dire bravo per le cose che riesce a fare da solo racconta spesso dell'accaduto nella sua giornata ed esterna le paure e insicurezze che ha soprattutto con la mamma

DISEGNO SPONTANEo con l'inzio dell'asilo a 3 anni sono cominciati i primi scarabocchi linee cerchi anche se si vede che il suo tratto è sempre molto leggero
ATTENZIONE NELLE ATTIVITA' se di suo interesse e gradimento ci mette attenzione e impegno sempre con il fine di farsi dire bravo ed avere approvazione dalle altre persone

INTERESSE E CURIOSITA' VERSO LE ALTRE PERSONE: Se c'è la presenza della mamma o del papà interagisce con altri adulti raccontando o facendo domande. Con i bambini più grandi di lui o stessa età invece risulta essere più timido e non li cerca mentre è più propenso ad avvicinarsi per farli giocare a quelli più piccoli

RELAZIONE AL DISTACCO con l'inzio dell'asilo a 3 anni sono iniziati i problemi del distacco mattutino ed ancora oggi a 5 anni all'utlimo anno di asilo persistono anche se più lievi. La mattina non vuole staccarsi dalla mamma una volta che si deve salutare all'asilo e piange per i primi 5 minuti poi si tranquillizza e sembra tutto normale anche se non interagisce molto con gli altri bambini e con suo fratello fino a quando non arriva la maestra ed iniziano le normali attività
COMPRENSIONE: comprende appieno quello che gli si dice le regole e i vari orari per eseguire tutte le azioni abitudinarie della giornata. Se ha voglia collabora molto bene alle faccende casalinghe . E' un bambino tranquillo e timido per chi lo vede dall'esterno mentre in ambiente familiare è un bambino comunque attivo rispettoso chiacchierone furbo e talvolta capriccioso.

RAPPORTI SOCIALI incontra i sui amici durante la giornata all'asilo. frequenta un corso di nuoto insieme a suo fratello
SITUAZIONE FAMILIARE: Il bambino si sveglia la mattina intorno alle 6.30 fa colazione autonomamente, si lava i denti e si veste per andare all'asilo. Viene accompagnato all'asilo dalla mamma e viene ripreso al termine dai nonni. Dopo circa 1 ora dal termine dell'asilo arriva la mamma dal lavoro con la quale gioca e racconta la giornata, fa la doccia e ritorna a casa con la mamma dove poi arriva anche il papà. Si fa cena intorno alle ore 19:00 gioco e cartoni ed attorno alle 8:30 dopo la routine dei denti e personale si va a letto con la lettura di una storia. Ci sono regole fisse che ha appreso e che rispetta sa che in casa a "comandare" è la mamma alla quale deve chiedere il permesso.
EVENTI PARTICOLARI: all'età di 4 anni in seguito a visita oculistica porta gli occhiali che a tutt'oggi porta regolarmente senza nessun fastidio e avendoli accettati senza problema. I compagni all'asilo dice che tentano di prenderglieli ma l'abbiamo risolta dicendogli che i suoi amici sono invidiosi perchè loro non li hanno

Oltre al comportamento

Oltre al comportamento segnalato all'asilo e con i compagni, anche la modalità di dormire mi sembra segnali uno stato di inquietudine che forse bisognerebbe approfondire. Per qualche motivo il bambino non sembra sentirsi sicuro al momento in cui deve lasciare l'ambiente familiare per uscire o per addormentarsi. Non credo sia utile limitarsi a mettergli a fianco il fratello, si prolungherebbe una dipendenza poco utile. Penso meglio cercare di vedere cosa frena la sua maturazione e cercare di fare qualche modifica per facilitarla. Per questo bisogna approfondire la conoscenza del funzionamento familiare.

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)