Crea sito

Ritardo evolutivo globale, ansia di separazione, depressione...

A questo bambino di 5 anni hanno fatto questa diagnosi, prescrivendogli anche un antidepressivo e indicando un intervento di psicomotricità. hanno poi fatto test psicometrici (Scala Griffith) e diagnosticato un lieve ritardo cognitivo e all'ICD10 un disturbo reattivo da attaccamento, consigliando di trattenere per un anno alla scuola materna, oltre alla psicomotricità.

La storia sembra quella di una serie di traumi concatenati verso il terzo anno di vita, con modifiche dell'organizzazione familiare, per cui è stato sballottato qua e là, perdita di riferimenti abituali, inserimento fallito all'asilo e reazione depressiva del bambino con aspetti di isolamento e di riduzione delle comunicazioni e delle relazioni, oltre ai dondolii sul divano.
I genitori chiedono consigli ...

La storia che mi descrive

La storia che mi descrive sembra quella di un bambino che ha avuto una serie di eventi un po' traumatici, magari a breve distanza (allontanamento della mamma, inserimento all'asilo, forse famiglia un po' in difficoltà organizzativa per un periodo) , ed ha mostrato segni di disagio abbastanza marcati, che forse si riflettono nel ritardo evolutivo che viene rilevato e in un certo blocco alle relazioni sociali e alla comunicazione. Non sembrerebbe un quadro autistico, anche se alcuni aspetti assomigliano (va comunque escluso che si tratti di autismo o disturbo simile)...
La psicomotricità non dovrebbe disturbare, se il bambino ci va volentieri, magari anche in piccolo gruppo, per imparare a stare con i coetanei; forse è da valutare se la situazione familiare è organizzata abbastanza bene o magari ci possono essere dei miglioramenti che vengano incontro al bambino. Assolutamente non darei psicofarmaci.
Se il bambino non è pronto, per molti aspetti, alla scuola elementare, può valer la pena lasciarlo ancora un anno alla materna, dove può maturare e recuperare senza richieste troppo esigenti.
Va seguita l'evoluzione nel tempo dallo specialista npi o psicologo dell'età evolutiva, ogni due-tre mesi, per vedere se migliora o se possono essere utili altri interventi.
Cordialmente

dr GBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)