Crea sito

ritardo psicomotorio

Le descrivo brevemente il caso di mia figlia A. A ha cominciato tardi a stare seduta (9 mesi). Non ha mai gattonato. Seduta restava ferma nella posizione e non si sforzava per spostarsi (si limitava ad allungare le braccia per raggiungere gli oggetti). La pediatra all'età di 14 mesi ci ha suggerito visita da npi per verificare possibile ritardo. Il ritardo è stato confermato dal npi, che ha riscontrato lassità legamentosa e niente altro di particolare. Dall'età di 16 mesi Agata fa neuropsicomotricità, 4 volte a settimana. Oggi ha 22 mesi. E' una bambina allegra, e comunicativa, anche se molto timorosa di tutto ciò che è nuovo e sconosciuto. Ha iniziato a camminare a 21 mesi, ora è ancora un po' traballante e a volte si sbilancia indietro, ma comincia piano piano a muoversi con più sicurezza. I suoi progressi sono costanti ma sempre molto lenti. Fa tutt'ora fatica nei cambi posturali: a gran fatica riesce a portarsi seduta da prona, e non riesce ad alzarsi in piedi da sola; lo fa solo se seduta su un gradino o se aiutata da un adulto se è seduta a terra. Non riesce a raccogliere le gambe, e sembra molto "legnosa" in tutti i movimenti degli arti inferiori. Non riesce ancora a masticare. Ha iniziato tardi a lallare (intorno all'anno), oggi dice più o meno "mamma" e "papa" e null'altro, anche se produce vari altri suoni. Da qualche settimana però ho la sensazione che capisca molto di più quello che le diciamo, e che si faccia capire (soprattutto indicando quello che vuole). Abbiamo fatto risonanza magnetica che è risultata negativa ed eeg che ha rivelato qualche anomalia nell'emisfero destro anteriore durante il sonno. Ora siamo in attesa di risultati esami genetici. A parte questo brancoliamo nel buio. Tutti i medici che l'hanno vista si sono limitati a confermare il ritardo, dicendo che è difficile fare diagnosi. Io vorrei capire se la direzione scelta è giusta, se dovremmo fare altri accertamenti, se altri esami sono opportuni o se è bene sentire altri specialisti. Vorrei anche sapere quali sono le eventualità che si prospettano. Spero che potrà aiutarmi. La ringrazio.

Gentile signora, il quadro

Gentile signora, il quadro psicomotorio che descrive per la sua piccola è quello di un ritardo discreto con aspetti motori particolari e direi che è necessario conoscerne le cause, o per lo meno escludere le possibili cause note. Sarebbe necessario anche valutare, a un esame clinico motoscopico (cioè all'osservazione diretta della motricità), se la motricità presenta aspetti tipici di patologie neuromotorie specifiche, come suggerito dalla sua osservazione sulla 'legnosità' e sulla difficoltà ad alzarsi. Va valutata la presenza o meno di un'eventuale sofferenza in gravidanza o alla nascita (che dovrebbe essere stata riscontrata a suo tempo, e che forse è richiamata dal reperto eeg) o nel periodo successivo, e poi vanno fatti accertamenti a livello neuromuscolare, oltre che genetico e dismetabolico. Un bravo fisioterapista, per non dire di un npi, dovrebbe poter valutare la motricità, ma spesso è necessaria una competenza specifica di livello superiore.
Pertanto penso che per cercare di finire di brancolare nel buio sarebbe bene rivolgersi per gli accertamenti a Centri Ospedalieri/Universitari di neurologia infantile di riconosciuta competenza nel campo. Il vostro pediatra o il npi dovrebbe potervi dare indicazioni su dove rivolgervi per una valutazione approfondita.
Solo dopo una diagnosi sicura si possono fare valutazioni prognostiche per il futuro sviluppo, che a quanto riferisce è in evoluzione positiva anche se piuttosto lento.
Con comprensione per le vostre giuste preoccupazioni e con i miei migliori auguri,
cordialmente

drGBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.

P.IVA : 01496010537

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell'OdM di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -