Crea sito

Paura delle malattie

Gentilissimo Dottore.... da un pò di tempo mio figlio di quasi 11 anni ha una forte paura di ammalarsi . Premetto che è sempre stato un bambino sano fino ad oggi.... qualche piccolo disturbo ...raffreddore - febbre ecc.
Un mese fa circa è tornato da scuola con il mal di pancia, subito dopo ha vomitato e si è scaricato più volte, interpellato il pediatra mi ha riferito di un virus intestinale ( in classe c'erano stati diversi episodi). La cosa è durata 3/4 giorni con una dieta apposita e tutto si è sistemato....ebbene da quel giorno ha il terrore di vomitare ancora....ogni qualvolta mangia qualcosa riferisce di avere tutto sullo stomaco e di aver paura di vomitare..poi mi dice di avvertire mal di pancia , si rfiuta di mangiare qualsiasi cosa perchè ha paura che avvenga di nuovo.
Allora si agita, (è sempre stato un pò ansioso) premetto che io purtroppo non sono mai riuscita a rassicurarlo, ho sempre dato troppa importanza a quello che mi diceva di avere ( a volte forse anche bugie per attirare l'attenzione) e vedendomi spaventata è sempre stato peggio.

Allora ho provato, come mi è stato detto da mio marito, di far finta di niente, di parlare d'altro , di coinvolgerlo in altre cose, ma lui insiste. Mi rendo conto che la paura gliel'ho trasmessa io........ma così evidente non è mai successo. E' sempre stato e lo è tuttora un bambino allegro, spensierato, estroverso, gioca spesso con gli amichetti e da quanto detto dalle insegnanti in classe non ha mai dimostrato certi atteggiamenti di cui sopra.
Come mamma percepisco ( e mi posso sbagliare) che è iniziato tutto il giorno che ha contratto il virus intestinale....sembra quasi ridicolo ma ha una paura che trema addirittura solo al pensiero che lo possa contrarre nuovamente, io non riesco a rassicurarlo più di tanto.

La prego mi dica come posso fare, il bambino non presenta problemi di salute per fortuna, mio marito dice che sono fissazioni.
La ringrazio e attendo con il cuore un Suo gentile consiglio.
....
.... (TN)

Ha ragione suo marito, la

Ha ragione suo marito, la questione comunque è come liberarsi dalle fissazioni e non diventarne schiavo. E' una 'paura' che viene a varie persone, ha anche un nome 'emetofobia': (cioè paura del vomito), e come le altre 'fobie' (del buio, dei luoghi chiusi, dell'altezza, ecc ecc ) è il sintomo di una situazione di disagio, o 'ingarbugliamento' psichico fra diversi contenuti mentali che non scorrono abbastanza. Alla pubertà i ragazzi possono manifestare vari squilibri: se non sono troppo disturbanti sulla vita quotidiana si può vedere come vanno, spesso passano. e magari ne vengono altri. In caso di bisogno può essere utile una valutazione insieme alla famiglia, per vedere se sci sono aspetti che 'mettono il bastone fra le ruote' dello sviluppo.
Serve poco 'rassicurare' a parole.
E' un po' come un passeggero che ha mal di mare e vomita perchè la nave è in una burrasca. Importante non è tanto rassicurare il passeggero, quanto arrivare sani e salvi al mare calmo.
Utile mantenere salda la barra del timone della gestione familiare e dire anche a lui che se il problema non si risolve si cercherà aiuto.
Cordialmente
drGBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)