Crea sito

spettro autistico... o ritardo del linguaggio da pregressa ipoacusia?

Buon giorno sono di ... il mio secondo bimbo deve ancora compiere tre anni,...
la mia gravidanza è stata normale senza alcun problema ho partorito spontaneamente alla 42 settimana,il bimbo ha pianto e urinato subito,pesava 3,200kg....non ha mai preso il ciuccio ed è stato allattato fino a 18 mesi ,
ha iniziato a gattonare verso gli 7 ,8 mesi poi a camminare e stare all’in piedi ,molto prudente se c’era uno scalino lo osservava e provava a salire ,,,
la sua prima parola mamma a sei mesi poi papà e pappa in continuazione ,bruuuuuu se voleva bere ,
a 13 mesi ha un ennesima otite non si faceva toccare le orecchie per pulirle ,a 16 mesi mi sono resa conto che non si girava se suonavano alla porta non batteva ciglio ,abbiamo fatto i test per l’udito ed aveva un udito di 30 decibel ma le macchine segnalavano che vi erano dei tappi,in pratica il muchetto invece di uscire dal nasino va a finire nelle orecchie abbiamo fatto una cura lunga e abr di controllo ha dimostrato che il suo udito è tornato nella norma....ora se suona alla porta corre se squilla il telefono me lo porta e se sente i suoi cartoni è felice,,,,
però il suo linguaggio non è avanzato anzi quando cerchiamo di farlo parlare stimolandolo si arrabbia,

la prima neuropsichiatra me lo aveva diagnosticato come bimbo oppositivo diceva che in tutto il tempo che è rimasto senza sentire si è chiuso e creato un mondo suo,
mi ha dato le psicomotricità per sei mesi e interrotto a ottobre
per inserirlo a scuola a tempo pieno,le maestre dicono che a parte i primi giorni di pianto ora si è inserito è gioca con gli altri,

il bimbo mangia da sola ,sale e scende i tre piani di casa da solo ,collabora nel vestirsi ,
è un coccolone gli piace fare e ricevere carezze e baci,se lo guardo negli occhi e lo tengo in braccio mi tiene il viso per dirmi mi devi guardare ,se sono seduta a sul divano si siede a terra e mette il suo viso sotto dritto verso di me per guardarmi e farsi guardare negli occhi ,non ama stare da solo e dormire da solo,ha un fratellino più grande di due anni e lo cerca e gli sta sempre vicino,è affettuoso anche con il papà e con le nonne,mi precede nella azioni se vuole venire in braccio allunga le braccia verso di me,se andiamo al supermercato indica i giocattoli, a casa se vuole bere prende il bicchiere e la bottiglia d’acqua e me la porta,apre il frigo prende lo yogurt lo apre lo posa sul tavolo ,apre il cassetto si prende il cucchiaino scosta la sedie si siede e mangia quando ha terminato mette il cucchiaino nel lavandino e getta il vasetto,sorride ,se rimproverato piange se vede un cartone partecipa ,è testardo è non vuole stare a sentire ,queste sono gli atteggiamenti positivi che abbiamo descritto l’altro ieri a un neuropsichiatra di ...

ma il bimbo corre anche all’improvviso avanti e indietro ,o gira su stesso o si dondola sulla sedia se dico fermati lo fa ,lo faceva anche il più grande,poi cammina sulle punte come facevo io e in fine non ha un linguaggio adatto alla sua età e non vuole parlare ,mio padre ha parlato a 4 anni,

gli abbiamo fatto l’elettroencefalogramma ed è era positivo,mi ha hanno dato le analisi per la celiachia il fondo oculare e di nuovo il test per l’udito ,mi hanno ridato di nuovo le psicomotricità,ma a questo punto gli voglio far fare anche delle logopedie ,mi hanno detto che fa parte di quei bimbi che vengono classificati con lo spetto autistico,,,, ,,,,,
oltre allo sconforto e come se sentissi che hanno sbagliato diagnosi e sto sprecando tempo utile ad una ripresa ,mi chiedo se ne potrà mai uscire grazie.

La sua lettera descrive

La sua lettera descrive chiaramente una situazione che non mi sembra avere NIENTE di autistico, nemmeno come 'spettro' (salvo il fantasma nella mente degli specialisti che a mio avviso sbagliano a diagnosticare così tutti i bambini con qualche difficoltà di linguaggio). Il suo non ha neanche difficoltà particolari di comportamento o di relazione e comunicazione,a quanto scrive.
Mi sembra che il problema sia stato il periodo di sordità totale o quasi, che non ho capito quando è finito. La prima neuropsichiatra aveva ragione, probabilmente: spesso i bambini sordi sembrano autistici, e magari una volta lo diventavano... Ora, presi in tempo, non succede più. In realtà la sua frase "tutto il tempo che è rimasto senza sentire si è chiuso e creato un mondo suo,", se si sostituisce a 'sentire' l' essere in contatto e in comunicazione, descrive bene a mio avviso come e perchè si diventa autistici, al di là delle cause specifiche che possono essere varie.
La cosa più importante mi sembra che si è ben inserito all'asilo e gioca con gli altri. Ha un ritardo del linguaggio, nell'espressione e non nella comprensione, mi par di capire, dovuto al periodo di sordità, e ora dovrebbe poter recuperare senza particolari interventi, se la sua comprensione delle cose è buona, se la disponibilità a stare con gli altri, interagire, comunicare, giocare insieme e i suoi interessi curiosità ecc sono sufficienti.
Come va, da quando ci sente meglio? E' in progresso, cerca di pronunciare suoni, qualche parola? E' evidente che il suo linguaggio non è adeguato all'età, perchè ha cominciato dopo e è mancato un periodo di 'allenamento'. L'importante è che abbia cominciato e prosegua lo sviluppo.

Cordialmente
drGBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)