Crea sito

inserimento asilo nido

Salve,
ho un bimbo di 20 mesi e da 5 giorni che ha iniziato il nido x la prima volta, io non lavoro ma ho pensato di iscriverlo x potersi distrarre 2 o 3 orette al mattino xkè in casa ha iniziato ad annoiarsi..anche x socializzare e staccarsi un po da me, è molto attaccato e credo gli farebbe bene..imparerà a comportarsi spero meglio. È un bambino socievole...allegro ma si innervosisce facilmente se non ottiene quello che vuole. .inizia a gridare mollando schiaffi e pizzicotti sia con le mani e con i denti. È attratto con le porte automatiche..saracinesche, porte, ascensori ecc.. è il suo gioco preferito ma x noi no!!! Come anticipavo ha iniziato l'asilo ed è un grosso problema x me... da 2 giorni abbiamo provato a lasciarlo da solo x un po..ma dopo 3 min non mi vede più e inizia a piangere se non intervengo x calmarlo vomita dal forte piangere. Come può aiutarmi a risolvere questo evento...io non vedo speranza...inoltre le maestre secondo me non sono tanto brave a distrarlo. Devo continuare a provarci e farlo piangere fino alla disperazione e al vomito x altri giorni o lascio perdere tutto e lo tengo a casa con me? Cmq dimenticavo che se deve stare solo con i nonni senza me ci sta volentieri anche se non l'ho mai lasciato x molto tempo al max 1 ora. Aiutatemi. . non so come comportarmi sia x l'asilo che x le porte...le apre e chiude spesso..ho notato cmq che lo fa quando è annoiato o è stanco. Attendo risposte! Grazie.

Addirittura non vede

Addirittura non vede speranze.... Mi sembra esagerato. Suo figlio sembra avere modalità un po' esagerate, pure lui, di fare, per cui rischia di essere un piccolo tiranno e reagisce così alle cose un po' 'faticose' da sopportare, come il distacco dalla mamma all'asilo. L'asilo non è obbligatorio, mi sembra che la decisione sia nata per avere un aiuto a educarlo, per cui mi sembra che più importante sia trovare l'aiuto giusto per questo, più che non decidere se lasciarlo o no. Ho visto famiglie che hanno insistito , altre che hanno desistito, senza conseguenze particolari. L'importante però è riprendere le redini per guidarlo bene, prima che sia troppo tardi. La regola fondamentale è che 'comandano i grandi', e i bambini devono obbedire, capricci o meno che facciano. Ci vuole pazienza e resistenza, non perdere la calma, ma devono 'vincere' i grandi. E' una difficoltà dei grandi, non dei bambini.
Cordialmente
drGBenedetti

Grazie di cuore Dott... oggi

Grazie di cuore Dott... oggi ennesimo pianto all'asilo..ha pianto 20 minuti continuativi fino a vomitare. Quando mi rivede si calma, solo così! Non è che faccio solo male e diventerebbe un trauma x lui? Quindi mi consiglia di farlo ancora piangere tutti i giorni? Prima o poi si abituerà? Saluti.

Non ho la sfera di cristallo

Non ho la sfera di cristallo e non posso decidere io per voi genitori (c'è anche il padre, no?).
Le ho dato qualche indicazione sul come valutare la situazione, ma poi dovete pensare con la vostra testa e decidere voi. Non è l'ultima spiaggia.
Cordialmente

Grazie. Seguirò le sue

Grazie. Seguirò le sue indicazioni. ..! Per l'asilo vedremo..in caso proverò dopo i 2 anni...magari si staccherà da solo! Saluti.

Ho provato un altra settimana

Ho provato un altra settimana a mandare mio figlio al nido.. lasciandolo solo x un ora...x tutta la settimana. ..adesso piange solo al mio distacco x pokissimi minuti e poi sta tutto il tempo tranquillo. Ma.. mi chiedo xkè ricomincia a piangere appena ritorno a prenderlo??? Mi vede e scoppia in lacrime...forse ha paura che lo rilascio e me ne vado????

Forse il ritorno della mamma

Forse il ritorno della mamma gli fa ricordare la sua assenza... Mi ricorda i bambini che cadono e si sbucciano un ginocchio, e lì per lì quasi non sembrano accorgersi, ma piangono disperati quando arriva la mamma, anche vari minuti dopo. C'è una vignetta di Mafalda che descrive proprio questa scenetta.
Un po' alla volta quindi il bimbo sta affrontando la separazione e allenandosi a sopportare il dolore, o meglio la fatica di farlo...

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)