Crea sito

Spettro autistico bimba 29 mesi

Siamo i genitori di una bimba di 29 mesi a cui hanno diagnosticato lo spettro autistico.La bimba al contollo dei 18 mesi oltre a non parlare non indicava e non salutava se non di rado e chiamata si girava di rado. Ad una prima visita dalla neuropsichiatra infantile (npi) ai 18 mesi veniva diagnosticato un semplice ritardo della crescita con la parola di rivedersi ai 24 mesi.Non essendo intervenuti miglioramenti siamo tornati dalla npi dopo sei mesi.La visita e' stata fin dall'inizio difficile,due ore in corridoio con un caldo atroce,poi finalmente ci hanno fatto entrare in uno stanzino di 2 metri x 2 dove la temperatura era a dir poco africana.La bimba ha pianto per tutta la visita ( di solito piange pochissimo) tanto che la npi ha deciso di farle fare ulteriori accertamenti per aiutarla vista che la vedeva in difficolta'. Quindi eeg,test di intelligenza,prove del sangue,test dell'udito.Abbiamo fatto anche una visita al distretto sanitario con un altra dottoressa, una psicologa.Durante questo test mia figlia ha giocato tranquillamente con questa psicologa si e' girata 4 volte su 4 quando la chiamava,le lasciava farsi il solletico anzi la sollacitava a continuare etc.Tutto un'altro atteggiamento rispetto alle visite con la npi. Il test dell'udito e' andato bene mentre delle anomalia sono state riscontrate nel eeg. La stessa npi ha detto che non si aspettava un risultato del genere: cioe' delle anomalie nella fase presonno che in bimbe cosi' piccole Lei ha detto essere rarissime. Anzi quel giorno disse che probabilmente i ritardi di crescita e di comunicazione della bimba dipendevano da queste anomalie.Una specie di piccolo male di tipo epilettico che le provocava delle assenza,in effetti ogni tanto la bimba guarda in alto come incantata. Il giorno dopo ha voluto farle un altra visita,giocando assieme alla bimba,e invece ha cambiato idea: era di nuovo spettro autistico. La visita stavolta e' stata fatta in una stanza leggermente piu' grande (4x4 )della precedente.All'inizio tutto bene: secondo la npi la bimba imitava, faceva i giochi con la bambola anche se per poco. Poi dopo che la npi le ha tolto un gioco che a mia figlia interessava la piccola si e' innervosita. Ha incominciato a chiedere di uscire ,avvicinandosi alla porta non parlando,ha incominciato a piagnucolare. La npi ha detto che la bimba non le portava i giochi, vero ma a noi a casa lo fa spessissimo,che non la guardava, vero ma con chi vuole non solo guarda ma anche ride, etc etc. Quindi per lei era spettro autistico.Ci ha consigliato un libro sull'autismo ( Ma non spaventatevi eh!) che ovviamente ci ha spavantato moltissimo anche se abbiamo scoperto che nella meta' del libro dedicato ai giochi e agli esercizi da far fare ai bimbi per aiutarli nell'interazione sociale gran parte di quei giochi ( le bolle i cerchietti corrersi dietro per la casa il solletico) mia figlia li fa gia' da tempo. Quindi che pensare? Mia figlia e' nata dopo una normale gravidanza di 41 settimane, parto naturale, era 48 cm per circa 3 kg. Tutti i parametri di crescita sono sempre stati normali.Non e' stata allattata naturalmente ma con latte artificiale.Svezzata a sei mesi ma con enormi difficolta' perche'e' molto pigra e mastica poco o niente. Mangia sempre ma solo le cose fatte per lei possibilmente tritate fine e sempre guardando i cartoni animati. Ultimamente ,circa 24 mesi, ha cominciato a mangiare bisotti patatine e il pane. Subito dopo ha cominciato a mangiare,solo questi alimenti, da sola.Passa molto tempo con la mamma i nonni anziani e un amica di famiglia molto volenterosa ma molto silente.Ha sempre dormito poco, non piu' di 4,5 ore di fila con risvegli,senza grandi pianti,resta sveglia due ore per poi riaddormentersi per altre 2 ore. Lo fa tutt'ora si addormenta quasi sempre da sola dorme 5,6 ore si sveglia, sta sveglia anche due ore poi si asddormenta e non e' facile svegliarla. Questo ritmo si e' è protratto fino ad oggi e lo stesso si puo' dire delle persone con cui sta,Mamma nonni amica silente e poco altro.Usa il ciuccio ha un orsacchiotto parlante che ogni tanto ci porta e che spesso abbraccia e gioca con qualsiasi cosa le capita a tiro (anche qui la npi ha trovato da ridire dicendo che talvolta gioca con giochi non appropriati tipo le carte che pero' le abbiamo dato noi e altri giochi che non pensavamo fossero dannosi).Ha cominciato a camminare verso i 14 15 mesi anche se essendo un po' ansiosi forse l'abbiamo noi trattenuta . Alle prime cadute la mettavamo sul seggiolone e anche dopo l'abbiamo fatta camminare a lungo con le corde per timore si facesse male,a 11 mesi in effetti si teneva sui muri facendo i primi passi.Oggi la bimba corre che e' un piacere si arrampica ovunque senza problemi ed e' molto fisica, (non per fare polemica ma anche qui la npi ha protestato dicendo che i bimbi sani non corrono tanto e sono meno attivi ).Al momento non ha ancora tolto il pannolino, non abbiamo neanche provato,e a breve la porteremo finalmente in asilo. Il rapporto con gli altri e' contraddittorio :certe volte sembra isolata e non ascolta e non interagisce con nessuno, altre invece e' molto attiva interagisce e sorride.Di carattere e' piuttosto tranquilla e la sua cifra normale e' il sorriso. Di base non ha paura di nessuno neanche degli adulti al limite li ignora. Con i bimbi e' piu' aperta quando e' capitato,raramente, di incontrarli spesso fa lei il primo passo correndogli incontro e abbracciandoli e se sono i bimbi ad abbracciarla accetta l'abbraccio senza problemi.Certo poi si stufa subito e magari gli ignora. Quando e' andata per qualche giorno in un baby parking tempo fa si era messa a giocare con alcuni bimbi e quando la maestra la chiamava si voltava e le correva incontro.Poi purtroppo per motivi personali non e' piu' potuta andare.Ai giardinetti ama soprattutto correre e interagisce poco con chiunque mentre in ambienti chiusi la situazione e' migliore.La sensazione non parlando e ' che non capisca quello che diciamo o comunque non sempre:alcune parole acqua ciuccio le capisce perfettamente e se le sente scatta come una molla se non le interessa invece ignora i messaggi.Se vuole qualcosa non indica (magari) ma si mette vicino all'oggetto dopo averti trascinato a forza, porta i giocattoli e quando vuole fare la lotta e il solletico sul lettone ci porta per mano.Ama molto fare gli scarabocchi sui fogli di carta e per terra e i cartoni animati che segue con grande attenzione.Per esempio se il suo personaggio preferito fa qualcosa di divertente ride di gusto se invece litiga con qualcuno o gli fanno del male si mette a piangere.Ovviamente non parla fa lallazioni piu' spesso degli urletti, dice poche parole tipo mamma gaia cacca e stop.Generalmente usa tanti giochi ma si stufa subito e talvolta e' capricciosa ma piu' spesso tranquilla. Ha secondo i nonni uno sguardo anarchico e furbetto.Non ha particolari paure, forse un po' gli uomini con la barba.E'cresciuta in mezzo a poche persone molto permissive che le danno tutto e subito eccetto noi genitori che siamo pero'molto ansiosi e paurosi.A breve dovra' fare un altro eeg per verificare quelle anomalie che forse le rallentano lo sviluppo.Nel frattempo siamo molto preoccupati e non sappiamo che pesci pigliare visto che spesso anche la npi durante le visite diceva qualcosa fa qualcosa non fa!Quindi ha lo spettro autistico intermittente? Grazie dell'attenzione

Potrebbe essere la prossima

Potrebbe essere la prossima categoria diagnostica: "autismo intermittente"...
"ora sì ora no..." come in quella famosa battuta sul controllo del funzionamento delle freccie di una macchina.
A parte le battute più che una diagnosi mi sembra un'impressione della npi, non ancora ben definita e sicura. Vi direi di mandarmi il referto completo dell'EEG (che deve comprendere anche una parte nel sonno, per essere significativo), e se volete anche dei filmati (vedere istruzioni qui accanto) in cui si veda la bambina in ambiente familiare e interazione con le persone abituali, se possibile.
Mi sembra in effetti opportuno che inizi l'asilo, anche se sarà da curare molto la fase di inserimento, la separazione dai familiari, con gradualità e con tempi inizialmente limitati. Cercate di avere inoltre con lei un'interazione vivace e 'parlante', con filastrocche, canzoncine, librini figurati semplici indicando e nominando i personaggi, cercando di non lasciare alla televisione il ruolo più importante e limitando il tempo che ci passa. Meglio imparare dalle persone vere che dai personaggi dei cartoni...
Cordialmente
drGBenedetti

E'passato del tempo dalla sua

E'passato del tempo dalla sua risposta, di cui la ringrazio,ma nel frattempo sono successe molte cose che mi hanno impedito di rispondere . Le assenze a Settembre monitorate su 30 minuti di sonno, erano 8,alcune lunghe anche 10secondi.Per questo è stata messa in cura con il depakin. In seguito dopo gli esami del sangue è stata trovata anche neutropenica senza però altre complicazioni; in più ha incominciato le terapie comportamentali al distretto. Per adesso dopo 2-3 mesi di terapie i risultati sono buoni:ecg ha mostrato una forte riduzione del numero delle assenze, e le psicologHe del distretto trovano la bimba molto più presente rispetto a prima. Molti degli obbiettivi comportamentali di inizio sedute secondo loro sono stati raggiunti. Altri no ma loRo trovano la bimba sempre meglio.Questo nonostante una interruzione di quasi due mesi della terapia per problemi tecnici del distretto. Hanno consigliato per l'asilo la maestra di sostegno per aiutarla ancora di più e meglio nel suo percorso è noi siamo stati subito d'accordo. Per Adesso fino a settembre va in un nido privato dove si è subito inserita senza problemi, ama andarci e ha un bel rapporto con le maestre e con gli altri bimbi. Certo non parla, anche se ha aumentato di molto la lallazione e dimostra sempre più spesso di capire quello che le si dice. Il sonno è abbastanza migliorato, il mangiare no anzi, per un periodo mangiava pochissimo. Ultimamente per fortuna ha ricominciato ha mangiare di più. Tutto è abbastanza in movimento e con speranze per il futuro eccetto, ovviamente , la npi che nonostante le novità dice che per lei la bimba è autistica senza speranza in base ad una unica visita fatta sei mesi fa ,con una evidente mancanza di feeling con la piccola. Poi basta non l'ha piu vista. Dice che il test ha dato un punteggio , che il test non sbaglia mai e anche se ci sono dei miglioramenti questo non significa niente! Non ci capiamo nulla perché le altre dottoresse hanno visto la bambina molte volte e hanno in cura molti bimbi autistici quindi esperienza ne hanno. Questo ci mortifica molto perché sembra quasi divertirsi a toglierci ogni speranza di miglioramento per il futuro. Grazie ancora per l'attenzione.

Mandatemi magari i referti

Mandatemi magari i referti degli EEG e delle visite neurologiche che hanno portato alla diagnosi di epilessia e alla cura con il Depakin. Per il resto l'importante è l'andamento della bimba...
Cordialmente

Cerchero', nei prossimi

Cerchero', nei prossimi giorni, di mandarle quanto mi chiede anche se le mie capacita' di usare computer e smartphone non sono eccelse. In ogni caso la npi ha detto che non voleva fare la diagnosi di epilessia vera e propria in quanto non ci sono mai stati attacchi epilettici e le assenze non erano visibili ad occhio nudo ma erano rilevate solo con un ecg,al limite si poteva parlare di Piccolo male. Il primario di Immunologia commentando la neutropenia di mia figlia aveva anche detto che le due cose assieme ,assenze piu' neutropenia, potevano essere una causa dei ritardi della bimba. All'inizio anche la npi sembrava d'accordo poi come al solito ha cambiato idea. Ci disturba soprattutto che secondo la npi qualsiasi cosa facciamo non serva a niente! Allora perche' ci fanno fare tanta terapia? Siamo basiti. Grazie sempre e comunque per l'attenzione spero di riuscire a mandare quello che mi ha chiesto.

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)