Crea sito

Disturbo pervasivo sviluppo non specificato: dubbi sulla diagnosi

Buongiorno, in allegato questionario compilato. Vorrei sottolineare che i miei dubbi circa la totale correttezza della diagnosi di mio figlio scaturiscono dal fatto che in tutto la nos l'ha visto per mezzora, Non ha tenuto conto dei progressi da me segnalati ( confermati dal colloquio genitori -maestre di fine anno ), probabilmente perché ritenuti dettati da affetto materno. Nelle specifiche di diagnosi ci sono inoltre oggettive incongruenze,: ad esempio viene indicato come un bambino non autonomo dal punto di vista sfinterico e dell'alimentazione, cosa assolutamente non vera, ...

Non nego che mio figlio abbia delle difficoltà, voglio solo essere sicura di seguire il percorso appropriato.

La ringrazio in anticipo.

Cordiali saluti

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE

composizione familiare 3

età del bambino 3 anni e 7 mesi

problemi in gravidanza no

NASCITA

a che settimana ……40 +6…

Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà) naturale……………

alla nascita : peso 2,570 kg altezza 49 cm circonferenza cranica 35,5 cm
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...
indice di Apgar: 1' 7…./ 5' 8 durata del ricovero in ospedale 5 giorni, bambino ricoverato due giorni in terapia intensiva per ipotonia e glicemia bassa

PRIMI MESI
allattamento: materno no artificiale si
svezzamento a che età ……4 mesi… facile sì
ritmo sonno veglia, orari - sempre avuto ritmi molto regolari
eventuali difficoltà....
persone che lo accudivano mamma con aiuto di nonni e zio

EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione abbastanza completa, con una spiccata preferenza per pane e pasta
sonno ...., orari e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc)
A nanna fra le 21 e le 21.30, sveglia fra le 6 e le 6.30, riposino di circa un'ora e mezza. Si addormentanel letto o sul divano
abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc) nulla

SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
seduto da solo a che età 5 mesi
primi passi da solo con appoggio 12 mesi, in autonomia 14 mesi
capacità motorie attuali complete, cammina va in acqua, corre, salta, sale e scende le scale abbastanza in autonomia, a volte vuole la mano

controllo sfinterico (pipì e popò) a che età 3 anni.

SVILUPPO SIMBOLICO
LINGUAGGIO:
(età di inizio)
prime parole 18 mesi
due parole insieme mai
uso del no e del sì il no dai 18 mesi, sí ancora niente
frase minima (verbo e sostantivo ) mai

INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo )
Comprensione abbastanza facile sull'utilizzo dei giochi, a volte presente gioco ripetitivo, quasi assente
gioco simbolico. Adora giocare a nascondino, batti batti le manine, cucù ba. Gli piace molto il parco
giochi, in particolare gli scivoli, ma prova un po' tutto. Gioca a palla sia con le mani che con i piedi.

DISEGNO SPONTANEO
scarabocchio , linee, cerchi sí omino-testone no figure, casetta, no
Ha imparato a disegnare il sole, a volte in spiaggia lo disegnava anche sulla sabbia

ATTENZIONE nelle varie attività e interessi: breve . La neuropsichiatra parla di grave instabilità
psicomotoria, in effetti nei primi mesi dell'anno scolastico anche le maestre riferivano di una scarsa capacità di rimanere seduto e concentrato su un'attività, ma nel colloquio di fine scuola hanno riferito di un notevole miglioramento.

INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE ..................
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (cioè 'REAZIONE ALL'ESTRANEO': verso una certa età ibambini possono avere una reazione di allarme di fronte a figure non conosciute e ambienti nuovi,reazione più o meno marcata che dura per un periodo più o meno lungo ) - notevole capacità di adattamento a luoghi e figure nuove

figure principali cui è attaccato - mamma e nonno materno

REAZIONI ALLA SEPARAZIONE, cioè al distacco dai genitori - apparentemente tranquillo, se costretto al
distacco ci si adatta, ma cerca comunque sempre di rimanere con i genitori

RAPPORTO CON LE PERSONE... adulti sereno bambini- adora i bambini, Non ama il gioco sfrenato,
non si butta nella mischia, ma osserva dall'esterno fino a quando non si sente sicuro, allora magari
prende per mano un bimbo e va a giocare. Nel momento in cui prende confidenza diventa molto affettuoso.

COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE
Decisamente migliorato negli ultimi sei mesi, ha una buona comprensione e capacità di risposta

COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI
Pur non parlando, riesce benissimo a comunicare ciò che vuole, spesso indicando luoghi e oggetti, a
volte prendendosi per mano per mostrarti ciò che vuole

COMPORTAMENTO

(iperattivo, capriccioso, tranquillo, ecc),

adesione a regole, orari, limiti,

obbedienza agli adulti .....

reazione a divieti, frustrazioni ....

capricci, bizze

paure, fissazioni....

In linea di massima tranquillo, capricci nella giusta quantità, per un periodo ha avuto reazioni forti (graffi, schiaffi ) quando gli si ponevanomagari dei veti o comunque qualcosa che non condivideva, ora questo aspetto sta pian piano scemando.

SCOLARIZZAZIONE

asilo nido sí A che età 9 mesi Reazioni eventuali nessuna, buon inserimento

Scuola materna sí; eventuali difficoltà di inserimento, ambientamento: le mastre i primi mesi lo
definivano disorientato, a fine anno la situazione era decisamente migliorata

Successive scuole ....... apprendimento ........ comportamento .........

RAPPORTI SOCIALI, amicizie, attività extrascolastiche, occasioni di incontri con altri - va spesso al parco giochi, in altro modo ha pochissime occasioni di frequentare bambini al di fuori dell'ambiente scolastico

SITUAZIONE FAMILIARE ……………..

altri conviventi (nonni, parenti, ecc) nessuno
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonni, baby sitter, ecc), (descrivete comesiete organizzati, la giornata tipo del bambino) lavoriamo entrambi a tempo pieno, al mattino la mamma lo porta all'asilo alle 7.30, la Tata lo va a prendere alle 16, fino al rientrò dei genitori alle 18 circa.
Nell'ultimo anno il papà é stato in cassa integrazione, quindi ė riuscito ad avere orari più morbidi

modalità educative (permissive, ferme, severe, variabili, orari di sonno, dove dorme, chi comanda,- nelsenso di chi sta ai comandi ecc .....) molto affetto, ma aĺlo stesso tempo si cerca di dare delle regole. Ilriferimento è la mamma

Tempo video (cioè passato alla televisione, video-giochi, telefonino ecc) circa 2 ore al giorno

EVENTI PARTICOLARI,

cambiamenti, trasferimenti, lutti, difficoltà, malattie di familiari, ecc....

Appena nato ha vissuto con la mamma in puglia dai nonni, il papà veniva ogni due settimane.
Settembre-ottobre 2015 è stato per due mesi dai nonni, i genitori sono andati tre volte a trovarlo

Visite mediche, ospedale, altro......
Eventuali esami fatti e referti (Udito, vista, eeg, rmn,...)

Altre osservazioni ……….
Alla nascita ha fattotre ecografie cerebrali in pochi mesi, in quanto era stata riscontrata una lievissima asimmetria ventricolare, che peró non ha avuto alcuna evoluzione

Stitico dalla nascita, per un periodo tratteneva le feci

Dalle notizie si rileva che

Dalle notizie si rileva che il bambino è nato con un peso ai limiti inferiori della norma e ha dovuto essere ricoverato in terapia intensiva, anche se solo per due giorni: ci possono essere quindi dubbi che abbia avuto una sofferenza prenatale (che abbia disturbato la crescita in gravidanza) e neonatale, che non ha inciso sullo sviluppo motorio ma potrebbe aver inciso sullo sviluppo psicologico, con un ritardo generale e di linguaggio.
Anche alcuni aspetti ambientali, che lasciano intravedere forse difficoltà organizzative familiari per motivi di lavoro, con l'intervento di altre figure, nonni, tata e anche con un periodo lungo, due mesi, di separazione dai genitori, un'andata al nido un po' precoce, possono aver inciso un po' sullo sviluppo, ritardandolo.
Ora sembra in evoluzione positiva, dopo una difficoltà di adattamento iniziale alla scuola materna, in cui il 'disorientamento' forse indicava la sua immaturità di riferimenti ambientali, ma a tre anni e mezzo il ritardo del linguaggio è abbastanza evidente e bisognerebbe approfondire.
Descrivetemi un po' più in particolare il suo modo di comunicare e il rapporto con voi, i momenti vari della giornata, i pasti, l'addormentamento, le abitudini, per cercare di vedere un po' meglio il bambino nel suo ambiente: il linguaggio è solo l'ultimo passo del rapporto del bambino col suo ambiente. Magari sarebbero utili dei video.
Cordialmente

Buongiorno, le ho inviato un

Buongiorno, le ho inviato un po' di video. Rispondo brevemente a quanto mi ha chiesto e poi ho dimenticato alcune cose. Stefano ha ritmi sonno/veglia molto regolari,anche perché in parte scanditi da ritmo lavoro /asilo. Mangia con noi, anche se a volte non sta seduto fino alla fine del pasto. Apparecchia e sparecchia la tavola, quando la sera rientro dal lavoro mi porta le ciabatte e il pigiama, quando siamo in casa e vuole uscire mi porta vestiti e scarpe, sia suoi che miei, e lo stesso fa col padre. Ha delle stereotipie eccitatorie, a livello vocale il no è un termine universale: Con intonazioni diverse lo usa per dire sì, no e per indicare gli oggetti. Stiamo lavorando molto sull'utilizzo del sì e del no, ora a volte da risposte appropriate, magari non dice sì ma annuisce e dice il classico " mh".
Cordiali saluti

Ho visto i video. Nel primo

Ho visto i video. Nel primo fa pipì nel vasino, andando a prenderlo nel bagno e sedendosi, tutto da sè, collaborativo, in contatto, contento... poi c'è qualche incomprensione e la situazione si complica un po'.
Nel secondo rimette a posto dei puzzle nella scatola, aderisce alle indicazioni dei genitori, è in contatto visivo e si volta a guardare verso di loro per conferma. Salvo qualche 'no' e dei mugugni non pronuncia parole, come nel primo.
Nel terzo gioca sui cuscini per terra, è divertito, in contatto, capisce bene e dà retta alle indicazioni. Sembra evidente che la comunicazione non verbale, visiva è buona, così come la comprensione verbale, ma non ha un linguaggio per esprimersi.
Mi sembra che dai video emerge chiaramente l'immagine di un bambino intelligente, in contatto, collaborativo, interessato, curioso, affettuoso che capisce tutto ma non sa esprimersi verbalmente e direi non usa nemmeno gesti per farlo.
Le caratteristiche sembrerebbero quindi quelle di un problema di linguaggio espressivo, il bimbo capisce il linguaggio ma non ha imparato ancora ad usarlo.
Anche le notizie aggiunte confermano questa ipotesi. I movimenti detti impropriamente 'stereotipie' sono solo scarichi motori di fronte all'incomprensione ed alla frustrazione per la difficoltà di farsi capire.
Non è assolutamente un caso simile ai disturbi pervasivi o spettro autistico che dir si voglia ( che in realtà sono una bufala o un errore storico...) e non è assolutamente da trattare come se lo fosse. Bisogna invece fornirgli strumenti alternativi di comunicazione, una specie di linguaggio dei segni, la tecnica delle immagini ( cosiddetta Comunicazione Alternativa Aumentativa) per favorire al massimo la sua possibilità di farsi capire dall'ambiente, sperando che anche il linguaggio verbale ne sia stimolato. Ci sono bambini che non imparano a parlare, nonostante tutti i possibili interventi, si parla di 'afasia di sviluppo' ed è un problema che riguarda primariamente il linguaggio, le altre eventuali difficoltà sono conseguenti. La causa è sconosciuta. Speriamo che vista anche l'età ancora piccola, non sia il suo caso, ma ne ho visti altri così scambiati per 'autistici' e disturbati ulteriormente da interventi sbagliati.
I logopedisti dovrebbero essere in grado di riconoscere e trattare questi problemi.
PS non avevo visto il 4 video, in cui dopo aver guardato il telefonino per un po', quando è finito comincia a rincorrere il cagnolino. Non modifica quanto sopra scritto.

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)