Crea sito

Genitori ansiosi

Gentile Dott. Benedetti,
siamo i genitori di un bambino di 31 mesi, il quale ci sembra un pochino indietro rispetto ai suoi coetanei. Non ha sviluppato un linguaggio comprensibile a tutti, infatti molte cose che dice lo capiamo solo noi. Spesso quando lo si chiama e gli si chiede di fare qualcosa, non si gira e non lo fa, altre volte invece è molto collaborativo e fa ciò che gli si è chiesto. Non dice il suo nome, ma si identifica come maschio. Abbiamo parlato con la nostra pediatra, la quale ha riferito che fino a 36 mesi un ritardo del linguaggio è tollerato e che a suo parere il bambino comprende ciò che accade intorno a lui, ha inoltre ipotizzato che a causa delle frequenti otiti dell’ultimo anno, il bambino abbia perso dei passaggi nell'apprendimento del linguaggio. Abbiamo fatto visita otorino e ABR, rilevato solo otiti medie effusive da trattare con Rinowash e ABR nella norma. Dai 24 mesi ad oggi, abbiamo atteso un evoluzione naturale del bambino, lasciandolo maturare e cercando di stimolarlo con letture, filastrocche e giochi. Alle volte è molto collaborativo, altre volte no. Siamo convinti che un bambino ha bisogno dei suoi tempi per maturare, ma un po’ il problema alla nascita (riportato nel questionario), un po’ queste otiti ricorrenti, ci fanno stare con il cuore in ansia. Non vogliano traumatizzare il bambino portandolo da mille dottori, ma abbiamo anche paura che non portandolo, non avendo una diagnosi e quindi non attuando eventuali terapie, potremmo causare un danno al bambino.
Grazie per la cortese attenzione e la ringraziamo anticipatamente.
Allego questionario

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE
composizione familiare; età dei componenti .....: Mamma anni 34, papà anni 40, fratello anni 10.
età del bambino/a: 31 mesi.
problemi in gravidanza : Frequenti cistiti curate con antibiotici sotto controllo medico.
NASCITA
a che settimana ………….: 40 settimane
Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà)……………: Parto naturale senza difficoltà.
alla nascita : peso, altezza, circonferenza cranica ...:peso 3,900 Kg; 50cm; 35,5 CC;
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...: Crescita nella norma.
indice di Apgar: 1' 8./ 5’ 9.. durata del ricovero in ospedale: dopo mezzora dal parto ha iniziato a cacciare bava dalla bocca ed è stato trasferito d’urgenza con ambulanza in TIN Neonatale in un centro vicino per pneumotorace spontaneo dx non drenato, risolto in maniera spontanea, durata del ricovero 6 giorni.
PRIMI MESI
allattamento: materno ……: fino a 12 mesi a richiesta.
inizio pappine, minestrine, ecc...a 6 mesi.
svezzamento (DISTACCO DAL SENO, o dal biberon), età ………: 12 mesi distacco seno facile ... difficile ....:difficile perché usava il seno anche come ciuccio per rilassarsi.
eventuali difficoltà....: inizialmente per prendere il latte non voleva biberon e prendeva latte con cucchiaino, poi dopo qualche settimana ha iniziato a bere con biberon.
ritmo sonno veglia, orari...durante allattamento si svegliava ogni tre ore anche di notte, tolto il seno continuava a svegliare 1 volta nella nottata.
persone che lo accudivano...: da 6 mesi la nonna per rientro a lavoro della mamma.
EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione...: ha iniziato mangiando tutto, attualmente non ama la pasta, predilige la carne, cose croccanti, non ama le verdure se non la carota cruda sonno ...., orari e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc): . Da 24 mesi in poi dorme dalle 22.30 alle 7.30 circa e il pomeriggio dalle 14.00 alle 16.30 circa. La sera dorme nelle sua culla attaccata al lettone, il pomeriggio dorme ancora nel passeggino anche se ormai esce fuori con i piedi e vuole essere cullato.

abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc) .....: alla sera prende il biberon con il latte come rituale per addormentarsi.
SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
seduto da solo a che età .....:7/8 mesi
primi passi da solo........:16 mesi
capacità motorie attuali....: Corre, salta da un piede all'altro,sale e scende le scale poggiando le mani a terra e se sono poche in posizione eretta mantenendosi al muro;sale e scende dalla sedia solo; sale sugli attrezzi e giochi del parco giochi con destrezza e fa scivoli e arrampicate. Pedala sul triciclo per brevi tratti.
controllo sfinterico (pipì e popò) a che età.....:Ancora pannolino.
RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi: durante allattamento mi sorrideva, a tre mesi sorrideva di gusto guardando il luccichio di un lampadario.
curiosità verso oggetti e persone, attenzione, capacità di seguire con lo sguardo: è molto curioso, diffidente verso gli estranei, predilige però i maschi alle femmine. Fin da piccolo seguiva con lo sguardo.
facilità al pianto e facilità a consolarlo, coccolarlo, ecc: a sei mesi piangeva così tanto alcune volte che si faceva venire degli spasmi diaframmatici, ci mettevo ore a calmarlo. Successivamente tutto è rientrato e quando piange basta prenderlo in braccio, coccolarlo e distrarlo per farlo calmare. Piange se la mamma, il papà e il fratello vanno via.
facilità a capirlo e interagire...:mamma ,papà e nonna lo capiscono e interagiscono con lui.
lallazione, gorgheggi...a 7 mesi lalleggiava ma mai in maniera eccessiva.
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (diffidenza, paura, pianto...): è diffidente verso gli estranei, anche se predilige le figure maschili, ha paura della pediatra e appena si apre la porta per entrare piange, diffida dai nuovi ambienti e esplora con lo sguardo.
SVILUPPO SIMBOLICO
LINGUAGGIO:
(età di inizio)
prime parole ......a 15/16 mesi mamma e papà
due parole insieme ...24 mesi mamma ciao, mamma clic cac “ mamma acqua”
uso del no e del sì ....usa il no in maniera appropriata, il si lo fa capire con lo sguardo e il sorriso ma non lo pronuncia.
frase minima (verbo e sostantivo )....28 mesi – mamma è mio – "mamma be cicio" mamma vedi il cane -"papà be biau" papà vedi il dinosauro – "mamma scen-di", alle volte dice solo ndi per dire scendi. Attualmente dice poche parole comprensibili a tutti.
INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo )usa i giochi in maniera funzionale, usa il gioco imitativo e rappresentativo, alle volte se non sa come si usa qualcosa viene per essere aiutato. Gioca con il fratello grande ad imitare gli animali, fa finta di essere un cane ,un serpente,la rana, giocano a nascondino e conta fino a tre, a modo suo e poi va a cercare. Quando si nasconde lui ridacchia in attesa di essere trovato.
DISEGNO SPONTANEO
scarabocchio , linee, cerchi... omino-testone ... figure, casetta, ecc: scarabocchi, disegna la pizza con un cerchio e cerchi più piccole e poi dice “amm amm” disegna il dinosauro con occhi, disegna il mare.
ATTENZIONE nelle varie attività e interessi: breve ... lunga ....quando ama fare un gioco l’ interesse è lungo, ama guardare i cartoni animati, ha paura di alcuni personaggi in particolare dei lupi e leoni, anche se li vuole vedere, ama giocare con le costruzioni, ama colorare e scarabocchiare a lungo, ama giocare a nascondino nascondendosi e cercando, ama andare al parco giochi, ama moltissimo i dinosauri ne possiede molti e li fa parlare a modo suo tra loro, ama anche sfogliare libri di dinosauri e animali in genere mostrandosi sorpreso ad ogni figura e dicendo il verso di ogni animale.
INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE ..................: Mostra interesse verso i bambini e cerca di coinvolgerli, di abbracciarli.
figure principali cui è attaccato............Molto legato alla mamma.
REAZIONI AL DISTACCO dai genitori...........: Se andiamo via lui piange. La mattina quando vede arrivare i nonni, capisce che sto per andare via, così piagnucolando viene in braccio e non vuole scendere.
RAPPORTO CON LE PERSONE... adulti .....: diffidente non li calcola proprio, come se non li sentisse. bambini.....: è attratto dai bambini, cerca di coinvolgerli, predilige quelli più grandi di lui che lo capiscono e seguono le sue esigenze, ha più difficoltà a relazionarsi con i bimbi della sua età in quanto non parlando bene no lo capiscono e lo allontanano.
COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE: alle volte sembra comprendere tutto, altre volte non ti ascolta.
COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI: se vuole qualcosa lo indica, o ti trascina o cerca di dirlo a modo suo in una lingua tutta sua.
COMPORTAMENTO
(iperattivo, capriccioso, tranquillo, ecc), Alle volte capriccioso, altre tranquillo.
adesione a regole, orari, limiti,
obbedienza agli adulti .....sa le cose che può fare e quello che non può fare, ma quando vuole fare qualcosa ti guarda con sfida dice di no,ma poi la fa.
reazione a divieti, frustrazioni ....se gli vieti qualcosa che vuole fare, caccia il musino e piano piano gli scendono i lacrimoni.
capricci, bizze
paure, fissazioni....fa i capricci quando spegniamo la televisione o se non vuole mangiare. Si spaventa con rumori forti ed improvvisi.
SCOLARIZZAZIONE
asilo nido ………. no. A che età ……………. Reazioni eventuali ………….
Scuola materna …………….. eventuali difficoltà di inserimento, ambientamento............: Attualmente per problemi di conciliazione lavorativa e lontananza del plesso da casa, pur essendo iscritto alla materna riesco a portarlo un solo giorno a settimana per due o tre ore, sto cercando di inserirlo gradualmente. Sembra piacergli, mo ogni tanto si affaccia per vedere se sono andata via.
Successive scuole ....... apprendimento ........ comportamento .........
RAPPORTI SOCIALI, amicizie, attività extrascolastiche, occasioni di incontri con altri........: Ama molto stare all'aperto e nella zona dove abitiamo ci sono un po’ di bambini un poco più grandi di lui che giocano fuori, lui ci gioca volentieri.
SITUAZIONE FAMILIARE ……………..
altri conviventi (nonni, parenti, ecc) …………
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonni, baby sitter, ecc), (descrivete come siete organizzati, la giornata tipo del bambino).......: durante la settimana il bimbo si alza alle 7,30 e resta con la nonna fino alle 14.00 orario di rientro della mamma, si appisola per due o tre ore, si sveglia fa merenda e gioca con la mamma o esce fuori, gioca con il fratello, nel tardo pomeriggio rientra il papà dal lavoro e gioca con il papà, poi si cena tutti insieme a tavola, mangia da solo con la forchetta e cucchiaio, ma nei momenti di pigrizia lo devo imboccare. Prima di dormire lava mani e dentini con lo spazzolino solo, anche se intervengo io per assicurarmi che lo abbia fatto bene. Giochi nel lettone, latte come rituale di nanna. Con la nonna esce all’aperto, va al parco e pranza.
modalità educative (permissive, ferme, severe, variabili, orari di sonno, dove dorme, chi 'comanda',- nel senso di 'chi sta ai comandi' ecc .....).........,: le modalità educative son abbastanza permissive anche se con giusti limiti.
tempo video (cioè passato alla televisione, video-giochi, telefonino ecc): ama molto la televisione e i giochi sul telefonino, ma da quando ci siamo resi conto del ritardo del linguaggio abbiamo imposto poca tv, se acchiappa il telefonino lo accende, sceglie i giochi e richiede di vedere le filastrocche,ma l’uso è limitato.
EVENTI PARTICOLARI,
cambiamenti, trasferimenti, lutti, difficoltà, malattie di familiari, ecc....: nessuna
Visite mediche, ospedale, altro......: ricoverato per due giorni all’età di 6 mesi per laringospasmo.
Eventuali esami fatti e referti (Udito, vista, eeg, rmn,...) Effettuato ABR –Tutto nelle norma, rilevati molti episodi di riniti con otiti medie effusive, trattate con rinowash, altre volte risoltesi in maniera naturale.
Altre osservazioni ………. La pediatra in uno dei consulti ha ipotizzato che viste le numerose otiti lui abbia perso un periodo di apprendimento, in quanto sentiva in maniera ovattata.
..................

Mi sembra che sia ampiamente

Mi sembra che sia ampiamente nella norma e il ritardo di linguaggio non mi sembra preoccupante, visto che comunica con altri mezzi e sembra parlare una sua lingua che voi capite. Continuate così: essere capito è lo stimolo più adeguato; magari 'traducete' le sue comunicazioni per sicurezza, ma senza forzarlo a cambiare lingua.... Invece forse sarebbe da trattare da bambino della sua età, per dormire, ecc.
Penso che andare di più a scuola potrebbe essere utile, magari inizialmente solo per poche ore, per cominciare a ambientarsi nel mondo extrafamiliare.
Cordialmente

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)