Crea sito

Ritardo nel linguaggio

Buonasera Dottore,
Sono la mamma di un bimbo di due anni. Siamo una famiglia di tre, io, il papà e lui. Io sono di madrelingua araba e il padre è italiano. Parliamo con il piccolo ogni uno con la sua lingua.
La mia gravidanza era normale senza problemi grossi, ho avuto un distacco all'inizio della gravidanza e poi andato tutto bene. Il piccolo è nato nel 37 + 4 con un parto cesareo dovuto alla discesa del suo battito cardiaco e alla chiusura delle membrane durante il parto naturale. Il suo peso era di 3380 e con un indice di Appagar/10. Dopo 4 giorni hanno trovato che il piccolo soffre di una ipertensione polmonarie e è stato ricoverato per 5 giorni e adesso facciamo i controlli annuali e tutti i risulati sono buoni e il prossimo controllo fra 2 anni. Le sue visite pediatriche sono puntuale e la sua pediatra dice che per lei tutto ok e il bambino non soffre di niente, solo un ritardo del linguaggio dovuto alle due lingue diverse che usiamo.
Il piccolo è stato allattato con latte artificiale e svezzato a 6 mesi. Ha sempre mangiato bene senza nessuna problema di qualsiasi tipo. Non ha mai dormito tanto, dorme da solo nella sua cameretta, prende sonno verso le 20:30 con il suo orsacchiotto preferito e ascoltando una musica e si sveglia verso le 06:30. Certe volte si sveglia durante la notte piangendo vuole essere preso in braccio poi messo al letto con la musica. Anche dorme circe una ora e mezzo prima di pranzo, certe volte si sveglia piangendo, certe volte no, dipende da quanto ha dormito. La mattina non ci chiama, se facciamo un po’ di ritardo a posta per andare a prenderlo aspettando che ci chiama, lamenta poi piange
Ha camminato a 14 mesi, adesso cammina bene, corre, quando siamo fuori casa, vuole andare da solo, non ci cerca molto, gli interessa più correre, prende la nostra mano costretto.. Ci sta bene da suoi nonni (la nonna ha la preferenza) senza di noi e senza nessuna problema e senza chiedere di noi, non abbiamo provato a lasciarlo un altro posto per sapere come reagisce. Non va ancora all'asilo, sta a casa con noi. Gli piacciono i bimbi, va a abbracciarli, saluta, manda i baci, ci abbraccia, è sempre sorridente e è molto affettuoso. Indica quello che vuole, o per farci vedere qualcosa e vuole che diciamo il nome della cosa, es. Machine,luna, stelle, bus, uccelli di tutti tipi... insiste tanto quando le vede. Gli piace contare le macchine sotto casa e chiede di farlo in continuazione. È un bimbo molto curioso, mostra molta attenzione a tutto quello che vede, ripete delle cose che facciamo noi, Ci imita sempre.. si spiega benissimo senza dire nessuna parola, ci fa capire tutto e chiede sempre l’attenzione in caso ci vede facendo una cosa sul computer per esempio... ci segue con lo sguardo e segue il nostro dito se stiamo indicando qualcosa. Ci capisce bene, sia in arabo che in italiano.. È molto attivo, capriccioso certe volte, adatta facilmente alle cose, sia cibo o altro. Abbiamo fato più di un viaggio con lui per motivi familiare e altro e tutto andato bene. Risponde al suo nome la maggior parte delle volte, non obbedisce tanto se gli chiediamo delle cose.
Le nostre preoccupazione, che ancora non parla, non dice nessuna parola significativa, ripete certe parole come Alia, Aria, tata,fufu.. non dice la O. Non ci chiama, se vuole qualcosa lo chiede indicando cosa vuole senza nominarlo e senza usare una parola inventata da lui. Se sta in una altra camera e vuole qualcosa, lo sentiamo lamentando finché arriviamo e gli diamo quello che vuole, o finché lui viene da noi chiedendo (indicando) di andare dargli la cosa che vuole.
Certe volte cammina sulla punta dei piede, ultimamente si sdraia per terra e si trascina sul pavimento. Gioca con i suoi giochi, ha de preferenze quelli che suonano. Gli piace la torre dei anelli, gioca un po’ poi si stufa e comincia a rotolare gli anelli e buttarli in giro per casa o per le scale. Cerca di rotolare tutto, gli anelli, il tappo del suo bicchiere d’acqua e altre cose. Strilla troppo, certe volte ride senza motivo, fa ciao ciao senza motivo.
Siamo preoccupate del fatto che ancora non parla o che non cerca di parlare. Vogliamo sapere la sua opinione riguardo il suo caso. È il caso di fare una visita specialista neuropsichiatrica?
La ringrazio in anticipo e sono in attesa della sua risposta.

Spesso i bambini bilingui

Spesso i bambini bilingui parlano con un po' di ritardo ma poi non hanno problemi. Mi sentirei quindi d'accordo con la pediatra nel non vedere particolari problemi. Continuate pure a parlargli nelle due lingue e cercate di fargli conoscere anche ambienti fuori della casa, per fargli conoscere il mondo esterno. Aggiornateci fra qualche tempo.

Grazie mille per la sua

Grazie mille per la sua risposta

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)