Crea sito

enuresi notturna in un adulto (dopo emorragia cerebrale)

Buongiorno,
sono Silvia mamma di Chiara, una ragazza di 20 anni che nel luglio del 2007 ha avuto una emorragia cerebrale causata dalla rottura di una M.A.V.che si trovava a pochi mm dai centri vitali (tronco encefalico?)
E' stata operata all'ospedale Niguarda di Milano dal Dott. Collice,e successivamente hanno dovuto intervenire una 2° volta perchè la ferita non si chiudeva e continuava a fuoriuscire liquor causando una infezione cerebrale.
Abbiamo trascorso 3 mesi in ospedale e 4 in un centro di riabilitazione dove le hanno ri-insegnato a camminare, parlare,ecc.
L'intervento è andato molto bene , la mia ragazza oggi conduce una vita normale, studia, frequenta amici, fa tutto normalmente.
Dopo l'intervento le sono rimaste :
una leggera diplopia e nistagmo di un occhio: per questo problema è seguita dal Prof. Bianchi dell'ospedale San Matteo a Pavia.
Insensibilità al caldo e al freddo in una gamba.
Ma soprattutto una incontinenza urinaria notturna: per questo problema ha fatto tutti gli esami urologici possibili e immaginabili che hanno escluso una mal funzionalità dell'apparato urinario,dopodichè però nessuno ci ha saputo dire se e come si può risolvere questo problema che per lei comincia ad essere molto fastidioso.
Io avevo pensato potesse essere un problema collegato ai traumi subiti, ma se dopo 3 anni dall'intervento non c'è stato neanche un minimo miglioramento forse non è questo il motivo.
Le hanno fatto anche gli esami per l'epilessia perchè a volte nel momento in cui passa dalla veglia al sonno, lamenta stati di vertigini, ma anche questi esami hanno dato esito negativo.
Nell'anno successivo all'intervento si addormentava spesso anche durante il giorno. Questo problema però con il passare del tempo è passato, rimane però il fatto che a volte, la sera , se si addormenta davanti alla tv, dorme così profondamente che faccio fatica a svegliarla.
Potete darmi una mano e dirmi a chi devo rivolgermi e se sarà possibile risolvere questo problema di enuresi notturna?
Grazie, cordiali saluti
mamma

Forse potrebbe dare qualche

Forse potrebbe dare qualche elemento in più di comprensione fare un esame polisomnografico, se non l'ha già fatto, cioè ElettroEncefalogramma durante il sonno con registrazione contemporanea di vari parametri bioelettrici per studiare le varie fasi del sonno ed eventuali alterazioni. E' un esame eseguito nei centri di studio del sonno e dei disturbi del sonno. A Niguarda dovrebbero potervi consigliare a chi rivolgervi, se non lo fanno lì.
Dato l'evento dell'emorragia cerebrale che per fortuna ha lasciato solo minimi residui, è un po' difficile non pensare che vi sia collegato, come un altro residuo fastidioso ma non grave.
Cordialmente

dr GBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)