Crea sito

consigli su autismo, vaccini, diete, DAN ...

Ricevo: Buongiorno

Sono il papà di un bambino di 8 anni con disturbo pervasivo di tipo Autistico . La patogenesi è ancora imprecisata. Al momento il bambino non ha ancora il controllo sfinterico e non parla. Ricoverato presso l’ ... a partire dall’età di 1 anno, non risulta, dagli esami clinici effettuati, nessuna anomalia. Da 15 mesi esegue terapia ABA e da 3 mesi stiamo sperimentando il metodo DAN seguito dal Dott. .... La dieta imposta dal Dott. ... ci è sembrata un po’ eccessiva (eliminazione di lattosio, glutine, caseina, lieviti e zuccheri )dal momento che il bambino non sembra essere intollerante. Oggi dovremmo eseguire un esame genetico alimentare e l’alcat test per verificare se il bambino è intollerante o allergico a qualche alimento in modo da modificare la dieta.

Tutto questo perché supponiamo che il bambino abbia avuto, all’età di tre mesi, un danno dalla prima vaccinazione esavalente in cui al momento della somministrazione era in atto l’incubazione della varicella diagnosticata 5 giorni dopo la vaccinazione.

Che ne pensa?

XY

A quanto mi dice penso con i

A quanto mi dice penso con i limiti della distanza - che purtroppo suo figlio abbia un quadro vero di autismo, con assenza di linguaggio e marcate limitazioni dello sviluppo e delle capacità di adattamento , comunicazione e interazione con gli altri. mi corregga se sbaglio, dandomi altri elementi. In questi casi anche controllo sfinterico, alimentazione, ecc sono spesso complicate. Occorre però valutare le possibilità di aiuto ambientale, di attività adeguate a scuola, con programma individuale, ovviamente, insegnante di sostegno, ecc. Spesso è utile a mio parere anche un intervento educativo a domicilio, per aiutare la gestione a casa. Anche se il mancato sviluppo del linguaggio e di altre capacità a otto anni è un aspetto non favorevole prognosticamente per lo sviluppo metale successivo, comunque restano possibilità di migliorare l'adattamento ambientale, il contatto sociale e le comunicazioni, e la vita globale del bambino. E non si può mai dire con certezza. E' importante anche che la famiglia trovi un suo equilibrio e adattamento che permetta il benessere di tutti i familiari.
Lei non mi chiedeva questo, ma un parere sui metodi che indicava:, ABA e DAN, diete, nonchè forse sul vaccino a tre mesi, più o meno associato con la varicella comparsa pochi giorni dopo. Dei vari metodi per l'autsimo che sono diffusi in vari paesi posso dire poco, se non che spesso le modalità di diffusione sono aggressive e quasi fanatiche, da ricordare propagande fideistiche più che comunicazioni cliniche. Sull'autismo, le sue forme, sue cause, le cure, ecc c'è in questo momento a mio parere una grande confusione e le famiglie, spesso disperate, rischiano di cadere preda di propaganda e pubblictà più o meno interessate
Come saprà finora non sono emerse prove sicure dell'effetto del vaccino, come causa di autismo, nè di altre cause ambientali.. E' vero che i vaccini a volte, e anche le malattie infettive, possono dare interessamenti encafalici, talvolta vere e proprie encefaliti le cui conseguenze possono essere molto gravi, come lesioni cerebrali di solito però evidenziabili agli esami (RMN, ecc).
In questo caso più che di autismo parlerei di grave encefalopatia con grave deficit mentale. Sulla componente alimentare intolleranza intestinale, è vero che molti bambini autistici anno difficoltà alimentari, però ci sono moltissime persone con problemi alimentari, intolleranze, ecc, che non diventano autistici... Anche qui finora non sembrano esserci prove convincenti.
Avrei però bisogno di molte altre notizie e dati di esami, per confermare quanto detto.
In ogni caso uno degli aspetti importanti è la capacità della famiglia di mantenere l'attitudine a pensare con la propria testa, una volta raccolte le informazioni necessarie e disponibili, e decidere da sè, tenendo conto del benessere di tutti i familiari. Sicuramente ci vogliono molti anni per superare il trauma dell'handicap di un figlio e ritrovare la forza di pensare a ragion eduta e di andare avanti.
In questo link trova una messa a punto recente delle conoscenze mediche attuali (in inglese).

autismo

Oggi ricevo:

"Gentile Dott.Benedetti
vorrei sapere come mai l'Autismo si manifesta dopo qualche anno dalla nascita? Grazie"

Gentile signore, non è sempre

Gentile signore,
non è sempre così: comportamenti di tipo autistico si possono osservare anche nel primo anno di vita. Certo per una diagnosi definitiva occorre aspettare vari anni, perchè molti tipi di ritardo evolutivo, specialmente oggi, vengono presi per 'autismo' o 'spettro autistico' e poi evolvono invece diversamente, e quindi 'escono dai criteri che soddisfano la diagnosi', come dicono in questo periodo molti miei colleghi.
Forse potrebbe darci qualche informazione in più sulla storia di vostro figlio e sulla situazione attuale.
Come è andata la terapia dietologica? Può interessare a molti. Sono state trovate alterazioni genetiche o di altro tipo?

Cordialmente

drGBenedetti

Autismo

(meglio mettere dopo l'ultimo commento)
Inserito da GP55 il Dom, 19/08/2012 - 14:35.

Ho in mio possesso alcune riprese video del bambino dal 5° mese di gestazione fino ai 2 anni di vita che sono state giudicate dai medici che operano nel campo dell'autismo di grande interesse per la ricerca scientifica.Il bambino è stato sottoposto a tre mesi di vita alla prima vaccinazione esavalente e tre mesi dopo ha ricevuto il richiamo.Subito dopo si incominciano a intravedere i primi segni dell'autismo.Ma fino ai sei-sette mesi il bambino era perfettamente normale e ha incominciato a pronunciare papà, mamma e zia a 4/5 mesi.
Oggi che ha 9 anni ha imparato ad andare in bici (senza rotelle)nel giro di due settimane,è stato da sempre un bambino socievole e ama la compagnia,a scuola entra ed esce con gli amici mano nella mano,ha sempre mangiato con la forchetta e il cucchiaio,mangia molto e di tutto,guarda i cartoni animati anche per ore e sorride quando ci sono scene divertenti mentre si alza e se ne va quando si annoia.Acolta molto e sono sicuro che capisce tutto anche se non parla ancora.Il controllo sfinterico è ancora assente ma si fa capire quando ha il bisogno.E' molto furbo e quando lo rimproveri piange con le lacrime dispiaciuto di quello che ha fatto.Oggi lo chiami e si gira.
Per quanto riguarda gli esami sono tutti nella norma.Stiamo verificando che l'apparato gastro-intestinale sia nella norma.Le farò sapere anche questi ultimi esami.
GP55

Quelle che Lei riferisce non

Quelle che Lei riferisce non mi tornano come caratteristiche dell'autismo: "è stato da sempre un bambino socievole" . I bambini autistici evitano gli altri, non capiscono e non imparano o quasi le regole sociali e il contatto con gi altri è molto frustrante, si isolano e evitano ogni contatto e ogni interesse e curiosità, salvo che per cose senza senso che non li fanno crescere, per cui da adulti spesso non si distinguono dalle persone con ritardo mentale, magari con comportamenti più bizzarri... Per i genitori è una sofferenza indicibile...
Invece esistono situazioni di assenza di linguaggio, o quasi, afasia-disfasie, che ovviamente si possono associare a qualche difficoltà comportamentale e di apprendimento per le difficoltà di comunicazione, ma NON sono una forma di autismo. A volte si trovano anomalie genetiche, spesso casuali (anche se oggi sembra essere stato riconosciuto un cromosoma specifico per il linguaggio...)
Non tutte le difficoltà di comunicazione linguaggio apprendimento vanno sotto la categoria dell'autismo. In realtà a mio avviso questa è ancora una cosa molto confusa, di cui non sappiamo quasi niente. La diagnosi viene solo dall'osservazione del comportamento, che deve essere 'autistico', cioè chiuso in se stesso, altrimenti non ha senso chiamarlo così.

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)