Crea sito

Amici Veri

1 giugno 14.23.01

buonasera mi hanno parlato molto bene di lei..sono una mamma disperata ho fatto viaggi e viaggi ma ancora non so se mio figlio guarisca. G .. è nato di 32settimane il ..avuto una sofferenza celebrale..è stato ricoverato per due mesi...il bimbo prendeva luminalette e dintoina dormiva 24su24ore..lo portato a messina e dicono che è sordo..lo portato a padova e dicono che a l'epilissia...lo portato a roma e dicono che a problemi metaboliche....
g ha 3 anni inizia a parlare e far capire quello che vuole..ma non cammina,non sta seduto e non mangia da solo..ha un ipertonia alle braccia e alle gambe(diventa rigido)...g non ha una diagnosi..il bambino non ha l'epilessia,non è cieco,non è sordo e non a problemi metaboliche..
fa fisioterapia,logopedia e piscina dal lunedi'al venerdi....
purtroppo nessun dottore mi sa dire come sara'.....non si sa se camminera',se mangera solo e se riuscira' a stare seduto da solo...vi ho contattato perche a pelle sento che siete un dott umano aiutatemi...per info .... opp .... aspetto con ansia la vostra risp
cordiali saluti
(....)

Gentile signora, il suo

Gentile signora,
il suo bambino è nato prematuro e purtroppo ha avuto una sofferenza alla nascita. Spesso in queste situazioni rimangono delle lesioni cerebrali che sono responsabili dei disturbi dello sviluppo psicomotorio e delle alterazioni della motricità. In questi casi si parla di 'paralisi cerebrale infantile', che può essere di vari tipi e di vari gradi di gravità.
L'ipertonia che lei dice può essere un segno di spasticità o di altre anomalie legate alle lesioni cerebrali, così come le convulsioni, se presenti, che si devono curare eventualmente con dei farmaci antiepilettici. Si parla di tetraparesi, quando coinvolge sia gambe che braccia.
Immagino che saranno stati fatti esami, EEG, Risonanza Magnetica, e altri, da cui si dovrebbe avere un quadro più chiaro della situazione, anche se a volte in effetti non si riesce ad arrivare a una diagnosi precisa.
L'evoluzione psicologica può essere migliore di quella dei movimenti, dipende dalla localizzazione delle lesioni cerebrali. E' importante che sia il bambino che la famiglia siano seguiti e aiutati a livello di riabilitazione, fisioterapia, logopedia e per l'inserimento scolastico, per trovare le modalità che permettono lo sviluppo migliore. Non si possono prevedere ancora gli sviluppi futuri, anche se come dice a tre anni non ha movimenti utili delle gambe e delle braccia e non sta seduto da solo, e quindi la situazione sembra di una certa gravità, ma un bambino, anche se con queste difficoltà, può avere una vita serena e anche felice e ben adattata, e anche a sua famiglia se riesce a superare il grave trauma e a organizzarsi.
Ci vuole certo una grande forza di volontà e resistenza.

Cordialmente

drGBenedetti

mio figlio in futuro

mio figlio in futuro camminerà?,mangera solo?convulsioni non la mai avuti e neanche crisi epilettiche...purtroppo nelle carte i dott anno scritto crisi epilettiche ma non e vero.i miglioramenti li sta facendo...ma ho tanti dubbi..gennaio scorso lo portato al besta a milano i dott gli anno dato il lioresal per ridurre lipertono ma il dott che segue mio figlio a patti (me) dice di non darla perche provocherebbe danni alla schiena visto che non sta dritto del tutto mando email..e kiamate al besta ma nessuna risp una telefonata per dirmi come procede il bimbo non lo anno mai fatto...sono una mamma disperata in cerca di un dottore non dico di guarire mio figlio ma almeno di farlo gestire da solo...sto pensando di portarlo in america...se lei mi manda la vostra via io vi mando le cartelle di mio figlio...per qualunque cosa il mio num e ....non voglio essere presuntuosa ma sono sicura che se ce un buon dott giuseppe puo migliorare ancora di piu..aspetto con ansia una vostra risp
cordiali saluti virginia ps mi potete mandare la richiesta di amicizia su fb grazie..ho creato un gruppo aiutiamo a guarire giuseppe pio

Gentile signora Se crede può

Gentile signora
Se crede può trascrivere le risposte degli esami fatti, in particolare della risonanza magnetica e dell'EEG, e magari la lettera di dimissione dal Besta con le conclusioni diagnostiche. Il Lioresal (Baclofen) viene dato per provare a diminuire la spasticità dei muscoli, come la tossina botulinica. Così si possono migliorare le posture,, cosa che si fa a volte anche con piccoli interventi chirurgici di allungamento muscolare e tendineo..
Il miglioramento può sicuramente esserci ma è difficile prevedere se camminerà da solo mangerà da solo: questo dipende dalle lesioni che ha avuto e da tanti fattori. Il suo benessere generale e anche quello dei suoi familiari, dipenderà anche dall'equilibrio che tutta la famiglia riuscirà a trovare per proseguire la vita.
Cordialmente
drGBenedetti

Gentile signora,le relazioni

Gentile signora,le relazioni che mi ha mandato e che ho letto, confermano che le difficoltà di sviluppo sia motorie che di maturazione del linguaggio e generale sono collegate con ogni probabilità alla sofferenza nel periodo della nascita. La diagnosi più probabile è quindi, come detto anche nelle relazioni, di paralisi cerebrale infantile, con aspetti sia di spasticità che di distonia, che dipendono dalle lesioni cerebrali, che ostacolano la funzione dei muscoli e quindi i movimenti e le posture, e quindi lo sviluppo motorio e in parte quello del linguaggio. Le confermo quindi le cose che scrivevo qui sopra. In particolare che non è possibile ancora fare previsioni a lunga scadenza e che è importante seguire il bambino a livello riabilitativo e magari con un riferimento specialistico di secondo livello per controlli periodici neurologici e ortopedici e per suggerimenti e interventi per le posture ed eventuali ausilii nella crescita oltre che particolari tecniche di comunicazione, come la Comunicazione alternativa aumentativa che potrebbe in futuro rivelarsi utile. Sarà utile che il bambino frequenti un asilo, quando sarà valutato abbastanza pronto a conoscere l'ambiente esterno, con il sostegno di personale adeguato. I servizi di zona dovrebbero consigliarvi in questo e sostenervi e aiutarvi per creare le migliori condizioni possibili per lo sviluppo di vostro figlio.
Se ha delle domande specifiche da farmi, resto a disposizione.
Cordialmente

drGBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)