Crea sito

Extrasistole Ansia

Inviato da Indiano70 il Lun, 02/09/2013 - 11:41

Buongiorno da vari anni avverto le famose extrasistoli, dopo aver consultato vari medici ed effettuato controlli cardiaci. La risultante è stata che il cuore è sano. Uniche indicazioni attività sportiva e pastina per la pressione (Padre iperteso). l'aspetto ansioso ha generato un vortice che da vari anni mi impedisce di svolgere la mia vita come la vorrei. Limitazioni, scuse di ogni genere per evitare la difficoltà di trovarmi in situazione "pericolose", vedi allontanarmi da casa in maniera solitaria e gestire tutte quelle situazioni che mi generano ansia preventiva. Amo lo sport ma dopo camminate al limite del piacevole, mi avvolge l'angoscia del sentire l'extrasistole e via a provare il battito cardiaco o valutare tutto il mio corpo per sentire variazioni percettibili. Gli aspetti sono due: il cuore e l'aumento di pressione quindi verifica periodica giornaliare dei valori. Che a volte hanno degli sbalzi proprio in relazione alla paura e all'ansia. Insomma sono dentro un vortice che mi impedisce di vivere, ma vorrei uscirne per riappropriarmi e godere delle belle sensazioni che la vita offre. Voglio fare le camminate, voglio andare in ferie, voglio lavorare libero dal pensiero che qualcosa in me non va.

La Sua sembra quasi una

La Sua sembra quasi una lettera di protesta...
Forse Lei soffre della diffusa sindrome che io chiamo "intolleranza dell'imperfezione": se è così ha bisogno che tutto sia perfetto, che tutto sia sotto controllo, cosa ovviamente impossibile per cui vive un'ansia egualmente intollerata che le rovina la vita.
Forse dovrebbe passare dal "voglio..." al "speriamo" (come nel libro e film "io speriamo che me la cavo..."), cercando di diminuire la sua intolleranza, quasi un'"allergia" e anche forse le sue 'pretese' che probabilmente le avvelenano ugualmente la vita, la stima di sè, ecc. Via via che uno impara a sopportare , diminuiscono i bisogni di controllo che imprigionano la vita e uno può diventare "normalmente infelice invece che nevrotico", come diceva Freud. E qualche volta ci può scappare qualche momento di felicità, come dice Woody Allen.
Come fare? Direi che ci vuole una guida, una specie di trainer che un po' alla volta la guidi a cambiare sistema mentale, passando da uno rigido e dittatoriale (la dittatura della perfezione e del controllo in cui si è trovato a vivere) a uno più libero e tollerante.
Cordialmente
drGBenedetti

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.
_____________________________
ATTENZIONE : si chiede gentilmente a tutti gli utenti del sito di mandare un breve aggiornamento sul consulto effettuato. In questo modo sarà possibile avere un riscontro a distanza della correttezza delle risposte date. I risultati verranno pubblicati sul sito. Grazie Vedi

P.IVA : 01496010537
dr Gianmaria Benedetti - Firenze, via S Reparata,69 - Ordine dei medici (FI) n.4739

NB questo sito recepisce le linee di indirizzo dell' Ordine dei medici di Firenze sulle consulenze mediche on line.
Si dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo è diramato nel rispetto della linea guida approvata dallo stesso Ordine.

Questo sito non costituisce una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. -

LEGGE SUI COOKIE
Questo sito fa uso di cookie tecnici. INFORMATIVA ESTESA

Risoluazione online delle controversie (Unione Europea)